Amorequattrozampe

La Cataratta nel cane: diagnosi, sintomi e terapie

martedì, 10 gennaio 2017

DEFINIZIONE DI MALATTIA:

Se l’aspetto degli occhi del vostro cane è cambiato, magari assumendo una macchia bianco-grigia al centro o vi sembrano velati, è molto probabile che abbia la cataratta. La cataratta è una malattia dell’occhio che si manifesta con opacità e perdita di trasparenza del cristallino. Quando l’occhio si presenta in condizioni normali, la lente permette la visione nitida di ogni elemento, con il problema della cataratta, avviene l’interruzione del regime norme delle fibre della lente.

LE CAUSE:

La degenerazione del cristallino dell’occhio provoca l’opacizzazione e l’ispessimento dello stesso. Questo processo può essere più o meno rapido a seconda della causa scatenante. Queste le più comuni:

  • Predisposizione genetica
  • Diabete nel cane
  • Glaucoma
  • Deficit nutrizionali infantili
  • Lesioni degli occhi
  • Infezioni oculari
  • Età

L’incidenza dello sviluppo della cataratta è proporzionale all’anzianità del cane. Attenzione a non confonderla con la sclerosi nucleare, anch’essa attribuisce all’occhio un aspetto velato ma non altera la qualità della vista del cane, cosa che invece avviene con la cataratta anche fino alla totale cecità.

SINTOMATOLOGIA:

All’inizio la cataratta può presentarsi con una forma molto piccola, senza interferire con la visione del vostro animale; nei casi peggiori può addirittura portare alla perdita della vista. I sintomi più comuni di cataratta sono:

  • Uno strato bluastro, grigio o bianco sull’occhio
  • Goffaggine
  • Occhi rossi, lacrimanti
  • sfregamento continuo sugli occhi
  • goffaggine
  • improvvisa riluttanza a compiere qualsiasi tipo di attività
  • difficoltà a salire o scendere le scale

CURE E TERAPIE:

Foto – 7 Themes

Non esiste una cura farmacologica vera e propria purtroppo, ma fortunatamente la cataratta non provoca dolore o fastidio, ma il vostro cane pian piano perderà la vista e il senso dell’orientamento. Sotto consiglio di un veterinario oculista prendete in considerazione l’intervento chirurgico, che grazie alle moderne tecnologie, potrà rimuovere chirurgicamente la lente, integrandone una di plastica o inserendo una protesi in acrilico. L’esito è POSITIVO al 90% dei casi.

SE AVETE DOMANDE SULLA SALUTE DEL VOSTRO AMICO A QUATTRO ZAMPE SCRIVETECI ALL’INDIRZZO E-MAIL:  espertorisponde@amoreaquattrozampe.it  IL NOSTRO ESPERTO VI RISPONDERA’.


Commenti