Amorequattrozampe

Attivisti vegani interrompono competizione di pesca sportiva, è bagarre

lunedì, 25 luglio 2016

pesca sportiva

Il pianto improvviso di un minorenne di fronte all’irruzione di un movimento animalista che protestava contro lo svolgersi di una competizione di pesca sportiva ha causato la denuncia allo stesso da parte dei genitori del bambino. L’episodio alquanto singolare è avvenuto a Quarona, in provincia di Vercelli, dove sulle sponde del fiume Sesia si stava svolgendo la competizione di pesca alla trota.

Gli arrivisti vegani del META, il Movimento Etico Tutela Animali e ambiente, sono entrati in scena con una clamorosa sassaiola rivolta verso l’acqua, allo scopo di allontanare i pesci, ed ovviamente senza l’intenzione di nuocere a qualcuno dei presenti. Tale è stato il vigore della loro azione però da spaventare alcune persone che assistevano all’evento, tra cui il bimbo.

Il META ha successivamente postato sulla propria pagina ufficiale Facebook il resoconto del “blitz”, sottolineando con soddisfazione come nessuna trota sia stata pescata ed accusando i pescatori di essere degli assassini.


Commenti