Amorequattrozampe

Bastonate al cane, bagnina lo salva e tre ragazzini la aggrediscono

giovedì, 28 luglio 2016

cane tenero

L’intervento di una bagnina è stato provvidenziale per un indifeso cane di piccola taglia, al centro delle violenze di tre giovani teppisti su una spiaggia di Capaccio Paestum, in Campania. La ragazza, Michela Grandino, era stata attirata dai sonori guaiti di dolore e paura del povero animale e quando si è accorta che i ragazzi la stavano seviziando, prendendola a bastonate più e più volte, ha intimato loro di smetterla mettendo subito al sicuro l’animale. I tre delinquenti, per tutta risposta, la hanno aggredita colpendola ad un occhio ed in più l’hanno anche minacciata. La bagnina ha ricevuto complimenti e messaggi di solidarietà da più parti, a cominciare da Micaela Vittoria Brambilla, ex ministro e attualmente parlamentare, molto nota per il suo impegno in prima linea in favore degli animali.

A ringraziare Michela Grandino è stata anche Stefania Greco, presidente della LEIDAA (Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente) della sezione di Battipaglia, in provincia di Salerno: “E’ stato un atto vile da parte di tre esseri ancora più vili. Appena abbiamo saputo dell’accaduto ci siamo premurati di contattare questa ragazza, alla quale va tutto il ringraziamento mio e della LEIDAA perché senza di lei quel povero cane avrebbe continuato a soffrire. La nostra associazione non permette che casi simili passino sotto silenzio, ci stiamo già attivando per far si che i responsabili vengano puniti. Grazie a Michea Grandino per essersi esposta in prima persona e non essere rimasta a guardare, anche se in tutta questa storia è quella che ci ha rimesso di più”.

Tempo fa un episodio simile era avvenuto nel vicentino.


Commenti