Amorequattrozampe

Getta un bassotto da un’auto in corsa: muore dopo atroci sofferenze

martedì, 2 agosto 2016

bassotto jack russel

Esistono aggettivi per definire il comportamento di un individuo anche se oggigiorno, tendiamo a giustificare azioni violenti oppure ad essere così sopraffatti dalle immagini cruenti che siamo assuefatti, facendo decadere il significato e la risonanza profonda di un termine. Eppure, ci sono parole che dobbiamo utilizzare per continuare a denunciare gli orrori di cui sono vittime i nostri compagni a 4zampe.

Parole come “vigliacchi” per  definire quelle persone che a Lucca hanno rubato un bassotto per poi lanciarlo dal finestrino di un’auto in corsa, condannando il povero animale ad una morte lenta dopo atroci sofferenze.

Non ci sono altri termini per spiegare quello che hanno fatto: “Qualcuno da un’auto in corsa su via delle Pierone ha lasciato cadere un cane, un bassotto, sull’asfalto questo delinquente teneva il cane appeso per il collare. Poi lo ha lasciato andare. Il cucciolo si è alzato di scatto e ha preso a correre dietro alla macchina che l’ha abbandonato piangendo e barcollando finché non si è accasciato a terra”, ha raccontato una testimone, che si è subito precipitata con il compagno ad aiutare il povero animale che è morto poco dopo il suo arrivo in clinica.

La testimone ha poi espresso tutta la sua rabbia, sostenendo che “se questo delinquente legge il giornale sappia che non ha dato una possibilità al cane, ma l’ha ucciso, facendolo soffrire di brutto”.

Il cane non aveva il microchip e non aveva più di un anno. Sul caso stanno ora indagando i carabinieri che hanno reso noto di aver individuato la proprietaria dell’animale di nome Otto, la quale si era presentata presso la caserma per denunciarne la scomparsa e scoprendo che il suo cucciolo, molto affettuoso, è stato ucciso, forse, per un semplice divertimento macabro.

Adesso è caccia all’uomo e al vaglio degli inquirenti vi sarebbero anche le telecamere di videosorveglianza installate nel quartiere che potrebbero aver ripreso l’auto in fuga, una Opel Zafira station wagon, secondo la testimone.


Commenti