Amorequattrozampe

Uccide fenicottero, mascotte dello zoo di Tampa

sabato, 6 agosto 2016
@Screenshot youtube

@Screenshot youtube

E’stato arrestato con l’accusa di crudeltà e uccisione di animali, l’uomo di 45 anni, di nome Joseph Antony Corrao, entrato nel recinto dello zoo di Tampa, dove vi erano i fenicotteri, uccidendo Pinky, l’esemplare diventato una mascotte, in Florida.

Corrao era in gita con i suoi due figli di dieci anni e ad un certo punto, preso da un raptus, è entrato nell’area riservata agli animali, picchiando e sbattendo più volte il povero Pinky, che a causa delle gravi ferite riportate è stato soppresso dal personale veterinario dello zoo.

La notizia è rimbalzata su tutti i media americani perché il piccolo Pinky, arrivato 19 anni fa nello zoo, era noto per la sua andatura danzante, tanto da essere stato ribattezzato “il fenicottero ballerino”.

Corrao è stato subito arrestato e poi liberato su cauzione di 5mila dollari, dovrà affrontare un processo con l’accusa di violenza e maltrattamento di animali.

Il giudici che ha seguito il caso, ha commentato che si tratta di un gesto senza senso. Corrao è già stato in carcere per altri crimini commessi in passato, tra cui l’uccisione del cane dei suoi vicini di casa. Come  riportano i telegiornali di emittenti locali, sul suo profilo facebook, Corrao aveva pubblicato diversi post nei quali scriveva di essere allo zoo con i figli. Tra i commenti che ha pubblicato, quello in cui pare annunciare il desiderio di commettere qualche crimine, in cui scrive, “non sono mai stato in carcere a Tampa”.

Amarezza espressa dal personale dello zoo: “E stata una giornata molto triste e difficile per noi. Pinky amava essere in mezzo alla gente più di quanto ama la maggior parte degli uccelli, per questo probabilmente, non è stato un problema avvicinarlo. Non riusciamo a capire come sia stato possibile fare una cosa del genere, è un atto spregevole”.


Commenti