Amorequattrozampe

Legato ad una corda in mezzo al fiume, lo stavano facendo morire di freddo

sabato, 13 agosto 2016

CANE IUME

Una notizia rivoltante, pubblicata dal quotidiano express.co.uk, di un povero cane abbandonato dal suo proprietario con una corda legata ad una roccia e gettata nel bel mezzo di un fiume. Un caso di crudeltà inaudita che sconvolge per le modalità agghiaccianti con le quali una persona ha condannato a morte un animale.

Per caso, un escursionista che stava passando in bicicletta nei pressi del fiume Vrbas, nella città di Banja Luka nel nord-ovest della Bosnia-Erzegovina, ha sentito il lamento del cane e osservando meglio l’acqua si è accorto della presenza del cane. L’uomo ha subito provveduto a salvare il povero cane, l’acqua del fiume stava aumentando e vi era il timore che l’animale potesse morire affogato nella piena oppure di freddo a causa delle basse temperature dell’acqua.

“Stavo guidando nei pressi del fiume e guardando nella sua direzione ho visto il cane impotente che stava piangendo. Mi sono precipitato a soccorrerlo, attraversando il ponte”, ha dichiarato il ciclista, spiegando che quando si è avvicinato, il cane era paralizzato dalla paura e stava tremando dal freddo.

L’uomo ha filmato tutto il salvataggio, portando  il cane al sicuro sul terreno, provvedendo ad asciugarlo e a mettersi in contatTo con un’associazione, la Banja Luka Dog Society che sta provvedendo a collocarlo: “Adesso è al sicuro”, ha commentato il ciclista.

Il video del salvataggio è stato condiviso sui social media, scatenando indignazione nel paese per l’atto di crudeltà.


Commenti