Amorequattrozampe

Sparge le proprie urine nel quartiere per ritrovare il cane scappato da un giardino

sabato, 13 agosto 2016
Norfolk terrier

Norfolk terrier

Nella città di Basingstoke, nella contea dell’Hampshire nel sud dell’Inghilterra, una coppia amante dei cani, aveva smarrito a circa tre chilometri dalla loro abitazione, uno dei suoi quattro cani, una piccola terrier di nome Little Elsie, scappata dal giardino di casa di un amico del figlio che l’aveva porta con sé, in un fine settimana in cui i genitori erano assenti.

Il proprietario, Jo Harmes preso dalla disperazione, dopo aver sparso volantino e manifesti ovunque per la città, ha però deciso di seguire il suggerimento di alcuni esperti che consigliavano di spruzzare le proprie urine lungo la strada, in modo da spargere gli odori famigliari al cane.

Un espediente alquanto eccentrico che però ha funzionato e dopo una settimana, la piccola Elsie ha trovato la strada di casa.  Niente d’impressionante, se non fosse che Elsie era arrivata nella famiglia da appena tre mesi, per cui non conosceva la zona.

Durante le ricerche, la famiglia aveva anche diramato un appello su Facebook, dove riceveva degli aggiornamenti sugli avvistamenti del cane. Elsie era stata vista tra i campi e la boscaglia, cavarsela egregiamente: “E’ stata vista anche nei pressi di alcuni incroci e attraversare delle strade trafficate. Per fortuna è rimasta illesa”, ha dichiarato Jo, al mirror.co.uk, certo che il suo cane sia sopravvissuto mangiando il cibo del bestiame nei campi e bevendo dalle pozzanghere.

“La prima cosa che abbiamo fatto è stata contattare una società di micro-chip, poi abbiamo messo su almeno 120 manifesti in giro.Abbiamo temuto di ricevere una chiamata in cui ci dicevano che lo avevano trovato ferito o peggio ancora. Poi alla fine ho seguito il consiglio di una signora che mi ha detto di spruzzare le mie urine.  Così ho urinato in una bottiglia di acqua. E’ un po’ schifoso davvero! Abbiamo spruzzato le urine ovunque, lunghe le strade dove era stata avvistata, creando un percorso per farla tornare in casa ed evitando strade pericolose per lei”, ha spiegato Jo.

Il proprietario aveva anche disposto la cuccia di Elsie all’esterno di casa in modo che potesse trovare rifugio. Ma poi, a distanza di una settimana, una mattina, l’uomo ha sentito grattare alla porta di casa e aprendola si è trovato davanti la piccola Elsie.

 


Commenti