Amorequattrozampe

Torturano un cane per divertimento: il triste caso di cronaca

lunedì, 12 settembre 2016

boxy

Una violenza inaudita e tanta crudeltà di cui è stata vittima una cagnolina meticcia di 4 anni, di nome Boxy, ritrovata in un parco pubblico a Plan de Ayala Sud, nello Yucatan, in Messico, con diverse ustioni sul corpo e gli occhi estratti all’esterno della loro orbita.

Il povero animale è stato soccorso da un uomo che aveva notato un gruppo, probabilmente di tossicodipendenti, formato da una decina di persone che intenti a torturare il cane. Il testimone ha raccontato di essere intervenuto quando ad un certo punto ha visto una persona che teneva chiusa la bocca del cane, mentre un secondo individuo ha estratto violentemente con le dita gli occhi dell’esemplare.

Come riportano i media locali, il testimone ha intimato il gruppo di teppisti a lasciare il cane, provvedendo a metterlo in salvo per poi fotografare le sue condizioni e diramando la triste storia sui social, chiedendo aiuto. All’appello ha subito risposto una giovane volontaria di nome Connie Sosa che ha dato il suo supporto, portando la cagnolina presso una clinica veterinaria con la speranza di salvarla. Purtroppo a causa delle gravi condizioni in cui verteva, i veterinari hanno preferito sopprimerla per alleviare le sue sofferenze.

La volontaria ha denunciato il caso ricordando i gravi fatti di maltrattamento di animali nella zona, come il caso di una cagnolina di taglia piccola di nome Marina, deceduta, dopo essere stata ricoperta di colla.

Il nuovo caso ha come sempre sollevato le sdegno sui social attraverso i quali è stato chiesto alle autorità che siano individuati al più presto i responsabili e giustamente puniti per il grave atto di crudeltà che hanno commesso sul cane. La polizia locale ha subito reso noto di aver avviato le indagini sul caso. Ma gli animalisti sono sul piede di guerra e attraverso una petizione lanciata su change.org auspicano il massimo della pena.


Commenti