Amorequattrozampe

Quelle immagini che provocano indignazione

mercoledì, 29 novembre 2017

Indigna non poco l’immagine diffusa con un tweet dal Partito Animalista Spagnolo, il Pacma con un commento piuttosto eloquente. Nella fotografia si vede un membro della forestale spagnola che tiene per le orecchie un lupo e con la sigaretta in bocca, guarda soddisfatto verso l’obiettivo.

Il Pacma ha pertanto denunciato quanto accaduto, scrivendo che “un operaio pubblico ha investito un lupo a Palencia e si è poi messo in posa con lui in questo modo”. Un comportamento inaccettabile tanto più se si tratta di dipendenti pubblici.

Lo stesso Pacma ha voluto ricordare nel caso di aiutare nel caso di un ritrovamento qualsiasi animale ferito, dandogli la stessa attenzione che nei riguardi di una persona.

Purtroppo, la fauna selvatica è poco tutelata e in alcune stagioni si registrano delle vere e proprie stragi lungo le strade.

L’indignazione deriva dal comportamento dell’operaio, sorridente, come se fosse “soddisfatto” di aver investito quell’esemplare con il quale si scatta una fotografia in ricordo del “trofeo”.

Non solo l’espressione del dipendente pubblico è esplicita ma anche il modo in cui lo tiene per le orecchie che indica una profonda mancanza di rispetto per quell’essere vivente.

Un atteggiamento riprovevole non certo all’altezza di chi dovrebbe appartenere alle istituzioni e che dovrebbe dare l’esempio ai cittadini.

Tra i commenti, in risposta al Tweet del Pacma, alcuni utenti hanno chiesto se vi fossero le prove che quell’operaio avesse investito il lupo. Tra le repliche, un altro utente ha pertanto segnalato un’altra fotografia che mostra un fuori strada con il paraurti rotto. Il caso che si è verificato a metà novembre ha sollevato un’ondata di polemiche e la stessa Asociación para la Conservación y Estudio del Lobo Ibérico (ASCEL) ha annunciato di voler presentare una denuncia in quanto restano ignote le circostanze in cui è stato investito l’animale.

In ogni caso, hanno ricordato le autorità locali, il lupo in questione apparteneva ad una specie protetta, quella iberica che risiede al Sud del fiume Duero: “Anche se al nord questi lupi posso essere cacciate- ha ricordato un funzionario- è importante che sia in conformità con le norme vigenti e nelle riserve indicate nel piano nazionale”.

Resta l’amarezza e la condanna del gesto, soprattutto in merito all’espressione di un forestale che dovrebbe essere dedito alla tutela della fauna e della flora.

C.D.

Si encuentras a un animal herido, ayúdale, préstale la atención que darías a cualquier persona en esa situación. pic.twitter.com/ZuPDxFAPmN

— PACMA (@PartidoPACMA) 28 novembre 2017


Commenti