Amorequattrozampe

Cuccioli intrappolati nel catrame: le immagini strazianti del loro salvataggio

giovedì, 7 dicembre 2017
contenuto 100% originale

@screen shot video

I volontari della nota associazione Animal Aid India sono continuamente alle prese con salvataggi di esemplari che affollano lungo le strade indiane. Tra gli ultimi interventi, lo staff dell’associazione è intervenuto per aiutare tre cuccioli rimasti intrappolati dal catrame. Immagini strazianti, di piccole creature in preda alla paura che emettevano flebili gemiti con la speranza di essere soccorsi e che fortunatamente sono state notate da alcuni residenti locali, che si sono poi rivolti ai volontari.

Sul posto, i membri di Animal Aid hanno subito provveduto a salvare i cuccioli, rimuovendoli delicatamente dalla pozza di catrame. Infatti, come si può vedere dal filmato, condiviso su youtube, si può notare come il catrame aveva intrappolato i cuccioli. Per evitare di ferirli, i volontari hanno dovuto manovrare con estrema delicatezza quei corpicini fragili avvolti dalla sostanza che aveva letteralmente bloccato i cuccioli. Purtroppo, il catrame si era seccato e i volontari hanno così dovuto armarsi di pazienza e scavare sotto alla pozza, arrivando alla terra, per rimuovere uno ad uno i cuccioli pietrificati con il pezzo di catrame appresso.

“Erano terrorizzati e incapaci di muoversi, potevano solo gridare di paura”, raccontano i volontari, spiegando che sono servite molte ore per toglierli dalla fossa e diversi giorni per rimuovere il catrame dal loro pelo, con il rischio che non sopravvivessero al terribile trauma.

Come per magia, grazie al loro carattere, i cuccioli sono sopravvissuti e a distanza di qualche giorno, i volontari, tornando sul posto, sono riusciti anche a ritrovare la loro madre. Una dolce randagia che lo staff ha recuperato e trasferito nel rifugio dell’associazione dove, la madre ha potuto continuare ad allattare i cuccioli.

Immagini davvero commoventi che riportano la speranza, trasmettendo un messaggio universale sul significato dell’amore e della solidarietà. Senza quell’intervento, i cuccioli sarebbero morti di stenti.

C.D.


Commenti