Amorequattrozampe

Vedono un cane correre nel bosco con un neonato in bocca

giovedì, 7 dicembre 2017
contenuto 100% originale

@screen shot video

Una scena agghiacciante, quella registrata nei pressi dell’ospedale di Gopalganj, nello stato del Madhya Pradesh, in India. Secondo quanto trapela, alcuni testimoni, che hanno anche filmato la vicenda, si sono accorti di un randagio che stava correndo per strada con un neonato morto in bocca.

Il caso è stato subito segnalato alla polizia locale che ha immediatamente cercato di rintracciare l’animale. Il cane era stato visto inoltrarsi in un boschetto situato a poca distanza dall’ospedale. Sul posto gli agenti hanno ritrovato il cane, una femmina randagia che aveva da poco partorito e che stava svezzando i suoi cuccioli. Il neonato era privo di vita. Gli agenti hanno provveduto a recuperare il corpo del bambino che sarà sottoposto ad un’autopsia per accertare le cause del decesso. Gli agenti si sono chiesti se la randagia lo abbia prelevato per darlo da mangiare ai suoi cuccioli ancora vivo o se il bambino fosse già morto.

Intanto, la polizia locale ha avviato un’indagine per identificare il bambino. Il filmato della vicenda è stato invece diramato in rete, attraverso i social media, creando sgomento.

Sempre nel Madhya Pradesh, nel mese di novembre, un altro neonato è stato trovato tra le fauci di un randagio. Mentre in un altra circostanza, un cane aveva trascinato via il cadavere di una donna morta poche ore dopo il parto. Forse, anche nel caso del neonato, in questione, la randagia potrebbe averlo trovato nell’obitorio dell’ospedale e prelevato il corpicino ormai privo di vita, per sfamare i suoi cuccioli.

Quello del randagismo, purtroppo è un fenomeno molto diffuso in India e spesso, alla luce di vicende di questo tipo, dalle quali emergono problematiche di convivenza, portano a politiche drastiche da parte delle autorità provinciali che spesso fanno ricorso a vere e proprie stragi di randagi.

Tuttavia, in India come in Cina, spesso le gravidanze non sono ben accolte dalle famiglie. Accade infatti che le madri a causa della povertà o per non recare vergogna alla famiglia, abbandonino i neonati dopo un parto nascosto.

Istinto materno dei cani anche riguardo ai neonati umani

Nel mese di maggio 2017, a Chongqing, in Cina,  un cane ha così salvato la vita ad un neonato che era stato sepolto vivo in un campo incolto. Spesso, si tende a dimenticare che il cane è il migliore amico dell’uomo e soprattutto che per istinto materno tenderà a proteggere i cuccioli anche di altre specie. Come nel caso di Rahim, un dolce randagio che in Egitto ha trovato un neonato nella spazzatura, provvedendo a portarlo nei pressi di un’abitazione, dove molto probabilmente il cane sapeva che qualcuno avrebbe potuto prendersi cura di quel bambino.

C.D.


Commenti