Home Non solo Cani e Gatti Gli animali possono davvero ballare? La risposta in uno studio statunitense

Gli animali possono davvero ballare? La risposta in uno studio statunitense

Su YouTube i video degli “animali che ballano” sono davvero numerosi. Questi filmati divertenti diventano spesso anche virali. Ma quanti animali sanno davvero ballare? Beh, l’elenco degli animali che sanno davvero ballare è molto breve. Scopriamo perché.

animali sanno ballare
Danza di corteggiamento della gru giapponese Fonte Foto esclusiva Istock

Oggi vi abbiamo mostrato nella nostra pagina Facebook un grazioso uccellino, soprannominato Birdy Jean (uccellino Jaen), che si muove sulle note di Bill Jean, la celebre canzone di Michael Jackson (CONTINUA DOPO IL VIDEO)

Sempre un delizioso pennuto è diventato famoso a tempo di musica. Ricordate Snowball, il cacatua? Si tratta dell’uccello, simile a un pappagallo, che divenne famoso ballando e provando ( a modo suo) a canticchiare la melodia di “Everybody” della band Backstreet Boys. Se non lo ricordate, questo è lui (CONTINUA DOPO IL VIDEO)

Più di 5,6 milioni di persone hanno visto ballare Snowball, ma solo uno, Aniruddh Patel, lo ha fatto ballare altre 11 volte, per un esperimento scientifico. Quando Patel vide Snowball nel 2007, disse al New York Times che la sua mascella “aveva colpito il pavimento”. Questo ha deliziato il perplesso Patel perché si pensava ampiamente che i pappagalli non fossero in grado di tenere il tempo.

Molti animali “si muovono ritmicamente“. Ce ne sono centinaia su YouTube: cani, orsi, gatti, furetti, cavalli, piccioni, scoiattoli, delfini, pesci, pappagalli. Si muovono, si agitano, annuiscono, si scuotono, ma non sempre questo può definirsi ballare. Vediamo perché.

Ballare” per l’animale è una risposta spontanea, non ordinata, in cui si muove a ritmo, abbinando il movimento alla musica. Quindi l’animale non può avere un maestro, non può copiare le mosse di qualcuno o passare settimane esposto alla stessa melodia: insomma, non fa quello che un ballerino, di tango, hip hop o danza classica che sia, ha imparato a fare.

Quando la musica cambia, l’animale cambia i suoi movimenti con essa, attenendosi al ritmo. La “danza” è innescata dal suono, ma le mosse provengono dall’interno – da circuiti profondi nel cervello del ballerino. Un po’ come quando noi umani ci muoviamo a casaccio ascoltando la musica in un supermercato (possibilmente, senza essere visti).

Gli animali sanno davvero ballare? La risposta è in uno studio statunitense

come allevare un pappagallo Cacatua (foto Pixabay)
Un pappagallo Cacatua come Snowball (foto Pixabay)

Patel, allora neurobiologo presso l’ Istituto di Neuroscienze di La Jolla, in California, si chiedeva: “E se la danza, in realtà, non fosse qualcosa che fanno solo gli umani? E se i pappagalli – con il loro cervello molto diverso dal nostro – possono ballare, chi altri può farlo?”

Patel sapeva cosa doveva fare. Doveva incontrare questo uccello. Lo scienziato ha scoperto che Snowball viveva nel nord dell’Indiana, in un rifugio per animali chiamato Bird Lovers Only. Era stato messo lì da un padre la cui figlia era appena partita per il college. La famiglia pensava che l’uccello (dell’età di circa 6 anni) avesse bisogno di più attenzione, quindi lo portarono al rifugio e portarono con sé un CD dei Backstreet Boys. Il papà aveva detto alla direttrice del rifugio Irena Schulz di farlo ascoltare a Snowball “e vedere cosa succedeva”.

Irena lo ha fatto, filmando anche la performance dell’uccello e caricandola poi su YouTube. Qualche mese dopo, ecco la chiamata del professore della California che le dice che non riesce a credere che questo uccello possa davvero ballare e di voler fare un esperimento in tal senso. Irena, che era stata una biologa molecolare, accetta.

Usando un programma per computer, i due realizzarono 11 versioni diverse di “Everybody”, tutte con la stessa tonalità, ma con tempi diversi, dal 20 percento più lente al 20 percento più veloci dell’originale.

Hanno quindi fatto ascoltare ogni versione a Snowball, registrando i suoi movimenti. Ani, Irena e altri due scienziati hanno osservato le sue performance. Quali sono stati i risultati?

Secondo quanto riportato da Noah Strycker in un suo libro, Snowball a volte anticipava il ritmo e altre volte, quando il ritmo rallentava, smetteva di muoversi del tutto. Quando gli scienziati hanno diviso le sue esibizioni in “a tempo” e “fuori tempo”, Snowball è risultato essere fuori tempo circa il 75% delle volte. Poco soddisfacente ai nostri occhi dunque, ma non l’hanno visto così gli scienziati.

Quando il team scrisse il suo articolo per Current Biology , dichiarò Snowball il primo ballerino non umano validato scientificamente. Gli scienziati hanno affermato che il suo essere a tempo il 25 percento delle volte non è stata una pura possibilità o un evento casuale.

Quindi Snowball non è il miglior ballerino della storia, forse è più ai livelli di un mediocre saggio scolastico, ma quello che ha fatto è abbastanza buono da essere chiamato danza.

Quali animali sanno davvero ballare?

donne e animali
Gli elefanti sono animali che sanno ballare

Scoprire che un pappagallo sa ballare sollevò immediatamente la domanda successiva: quali altri animali possono ballare? Adena Schachner, allora studentessa di psicologia ad Harvard, ha accumulato da YouTube circa 5.000 videoclip di diversi animali (molto diversi – cavalli, gatti, albatri, scimpanzé, oranghi …), tutti che si muovevano ascoltando una canzone.

Dopo aver escluso gli animali che non andavano a tempo e i video che sembravano manomessi, Adena ha ristretto il campo a 39 animali che sembravano muoversi spontaneamente a ritmo (39 su circa 5000!).

29 di loro erano pappagalli. Quindi Snowball non è un genio, unico nel suo genere (scusaci Snowball). 14 diverse specie di pappagalli sanno dunque ballare. I restanti 4 concorrenti erano elefanti. Elefanti asiatici.

Questo può sembrare strano. Si potrebbe pensare che, se noi umani sappiamo fare qualcosa, anche i nostri parenti più stretti come gli scimpanzé e gli oranghi lo sappiano fare. O meglio, cosa hanno le persone, i pappagalli e gli elefanti che il resto del regno animale non ha? Non abbiamo ancora una risposta sicura.

Ci sono delle teorie, ovviamente. Strycker ne riporta una che ci sembra plausibile. Forse “il segreto della danza è legato alla capacità di imitare i suoni vocali”. Non ci sono molti animali che possono imitare i suoni che ascoltano. I pochi che sanno farlo sono pappagalli, colibrì, balene, delfini, trichechi, foche, leoni marini, elefanti, alcuni pipistrelli e, naturalmente, umani. Questo esclude dunque i nostri cugini stretti, cioè le altre scimmie. Quindi forse è il mimetismo vocale – cioè copiare ciò che ascoltiamo – il segreto per ballare.

Potrebbero interessarti anche: 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI