Home Non solo Cani e Gatti USA, uomo fa sesso con pollo e nessuno gli paga la cauzione

USA, uomo fa sesso con pollo e nessuno gli paga la cauzione

CONDIVIDI

Ogni tanto sentiamo parlare di persone che provano a soddisfare i propri appetiti sessuali ‘assaltando’ cani o pecore, per lo più. Ma un uomo dell’Oregon, negli Stati Uniti, ha deciso di distinguersi provando ad avere rapporti carnali con un pollo. Il 27enne Joshua Brian Woltmon è stato arrestato dalla polizia locale proprio con questa accusa e deve ora rispondere di diversi capi di imputazione, tra i quali violenza sessuale su un animale, atti osceni in luogo pubblico e condotta disordinata.

Nel verbale redatto dalle forze dell’ordine si legge che Woltmon, “in violazione di legge e allo scopo di ottenere una gratificazione del suo desiderio sessuale, ha abusato di un pollo”. Tra l’altro la sua abitazione è anche stata sottoposta ad una approfondita perquisizione in seguito alla quale gli agenti hanno rinvenuto della metanfetamina. E potrebbe essere stata proprio questa la causa scatenante di tale bestialità, con Woltmon che avrebbe abusato di tale sostanza al punto da avere una percezione distorta della realtà.

Tra le aggravanti c’è il fatto che il giovane ha consumato i propri indicibili atti all’aperto e non a casa sua. Il giudice ha fissato una cauzione di 20.500 dollari per il suo rilascio, ma pare proprio che nessuno tra famigliari ed amici sia disposto a sganciare anche un solo dollaro. Il processo si svolgerà il prossimo 15 maggio. Ma se questa notizia può sembrare decisamente bizzarra, fuori dal mondo e del tutto non comune dalle nostre parti, vi sbagliate di grosso: la pratica di fare sesso con gli animali è diffusa anche nel nostro paese, sia per motivazioni psicologiche di squilibrio da parte dei soggetti coinvolti che per una decisione del tutto deliberata.

Ma in ogni caso rappresenta un reato perseguibile dalla Legge, in particolare dall’art. 544 -ter del codice penale, secondo il quale “1. Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da 3 mesi a 18 mesi o con la multa da 5 000 euro a 30 000 euro. 2. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. 3. La pena è aumentata della metà se dai fatti cui al primo comma deriva la morte dell’animale.”