Home Cani Adottare un Lagotto romagnolo: pro, contro e padrone ideale

Adottare un Lagotto romagnolo: pro, contro e padrone ideale

Adottare un Lagotto romagnolo: 3 contro

Ma alcuni preferiscono altri cani per delle caratteristiche del cane poco ‘congeniali’ al loro modo di essere e di vivere: non si tratta di difetti, bensì di qualità che magari non lo rendono adatto a tutti.

Lagotto romagnolo
(Foto AdobeStock)

Non sopporta tanto la solitudine

Non è proprio il tipo di animale da lasciare solo per ore e ore: potrebbe sentirsi abbandonato e intristirsi. Inoltre se non avrà qualche passatempo che lo intrattenga nel periodo di assenza dei padroni, si sentirebbe frustrato e arrabbiato.

Un olfatto ‘incontrollabile’

Il suo fiuto è di certo una qualità che lo rende un cercatore di tartufi impeccabile, ma talvolta può anche essere un limite: questo perché per seguire una pista olfattiva, non solo potrebbe allontanarsi da casa ma anche trascinare goffamente con sé tutto ciò che trova sul suo cammino.

Non solo in appartamento

Sebbene sia un ottimo cane da compagnia, non si adatta facilmente alle sole quattro mura domestiche: avrà bisogno di uscire e stare all’aria aperta, dovrà impiegare così le sue energie e impiegare il suo fiuto in qualche ricerca gratificante e passatempi che mettano alla prova il suo cervello!

Potrebbe interessarti anche: Scopri l’alimentazione del Lagotto Romagnolo: cosa mangia, dosi e rischi della dieta

Adottare un Lagotto romagnolo: il suo padrone ideale

Ma noi andremo bene per lui? Questa forse è una domanda che in pochi si pongono, ma in realtà non tutti gli umani andranno bene per il Lagotto romagnolo. Infatti per lui ci vorrà un padrone affettuoso e presente, amante delle attività all’aria aperta, che non si assenti troppo o per periodi troppo prolungati.

Lagotti romagnoli
(Foto AdobeStock)

Potrebbe interessarti anche: Scopri qui quanto spazio deve avere un cane: cosa stabilisce la legge

I bambini saranno i suoi padroncini e i compagni di gioco preferiti, ma non si potrà dire lo stesso delle persone troppo anziane o comunque in condizioni fisiche poco favorevoli: infatti ci vorrà un padrone in grado di tenergli testa anche fisicamente, poiché la sedentarietà e la monotonia potrebbero essere deleteri per l’umore del cane.