Home Cani Alimentazione Cani Il cane può bere il latte? Ecco i vari tipi a disposizione...

Il cane può bere il latte? Ecco i vari tipi a disposizione per lui

CONDIVIDI

Dato l’insorgere crescente di intolleranze, è naturale chiedersi se il cane può bere latte: ecco quali cani sì e le alternative presenti per gli altri.

cane lattosio latte
Come comportarsi se il cane è intollerante al lattosio o non digerisce il latte (Fonte Foto Pixabay)

Non è un segreto che i cani adorino il cibo umano. Per molti proprietari di animali domestici, è una battaglia costante tenere i loro cuccioli fuori dal frigo e fuori dal tavolo.

Tra le prelibatezze preferite dai cani ci sono sia una pallina di gelato che un pezzo di formaggio, ma quando si tratta di latte e prodotti lattiero-caseari, i proprietari dovrebbero agire con cautela, poiché i cani, come i loro amici umani, possono essere intolleranti al lattosio, anche se a loro il latte piace per la sua cremosità e forse istintivamente perché ha i giusti grassi necessari, ma non eccessivi, alla loro salute.

La tolleranza di ogni cane per i latticini è unica, come dicono diversi specialisti in materia. Alcuni cani possono tranquillamente bere una ciotola di latte senza il minimo problema, mentre per altri anche ingerire un pezzettino di formaggio svizzero, che tra i formaggi è quello con meno lattosio e più digeribile, provocherà spiacevoli disturbi gastrici.

Fortunatamente, il latte non è una parte importante di una dieta bilanciata per cani, nonostante il latte contenga calcio e fosforo, indispensabili per la salute delle ossa e dei denti e il magnesio, che ha varie funzioni tra cui quella del corretto funzionamento cardiaco.

In realtà noi umani siamo gli unici a bere il latte anche da adulti, sottraendolo ad altri animali, e lo utilizziamo in un’infinità di prodotti e di ricette da solo o da questi derivati.

I prodotti lattiero-caseari non sono tossici per i cani; tuttavia, non sono necessari nella loro dieta e possono causare indebiti disagi al tuo animale domestico. Invece un cibo per cani ben bilanciato conterrà tutta la quantità di calcio di cui il tuo cane ha bisogno.

Perché il cucciolo di cane può bere il latte?

Cucciolo di cane: alimentazione
Cosa mangia un cucciolo di cane

Ma come mai i cuccioli bevono il latte tranquillamente allora? Perché mentre il primo alimento di un cucciolo è il latte di sua madre, una volta svezzato, circa dopo 3 – 4 settimane di vita quindi, non ha più bisogno di latte per prosperare.

Infatti lo scopo del latte è quello di fornire i nutrienti i grassi necessari all’inizio della vita. Secondo molti medici e veterinari dopo serve meno o non serve totalmente, dato che sia noi che i cani possiamo procacciarci altro cibo che non viene appunto da nostra madre.

Proprio come negli esseri umani, i cani perdono gran parte della capacità di digerire il lattosio, contenuto nel latte, mentre invecchiano a causa della ridotta produzione di un enzima digestivo del lattosio chiamato lattasi. Mentre crescono, diversi cani (e persone) sono in grado di tollerare bene i latticini, mentre altri no.

I cuccioli di cane nascono con livelli più alti di lattasi, l’enzima necessario per digerire questo zucchero nel latte chiamato lattosio, ma a quelli che non possono avere accesso al latte materno perché la madre è morta, li ha abbandonati, non ha latte, ecc. ecc. non dovrebbe mai essere dato il latte di mucca come sostituto al latte materno, poiché il latte di mucca ha un contenuto più alto di lattosio di quello di una cagnetta.

Questo è pericoloso se il cucciolo dovesse essere intollerante al lattosio (può capitare che, come nei neonati, alcuni non abbiano sufficiente lattasi) o potrebbe provocare lo sviluppo di questa intolleranza in futuro.

Se il tuo cane soffre di intolleranza al lattosio, i segni saranno fin troppo chiari. I cuccioli con difficoltà a digerire i latticini possono sperimentare problemi gastrici tra cui dolore addominale, gas, gonfiore, nausea, vomito e diarrea e problemi di pelle come orticaria e dermatiti. Sfortunatamente, non esistono farmaci per le intolleranze al lattosio adatti ai cani per aiutare il tuo cucciolo con questi sintomi spiacevoli.

L’ideale sarebbe trovare una madre sostitutiva per allattarlo. Tuttavia se non ci riesci chiedi al veterinario di consigliarti il miglior latte possibile che sia almeno arricchito con le sostanze nutritive necessarie a un cucciolo di cane.

Al cane posso dare i prodotti lattiero – caseari?

cane formaggio
Latte, formaggi, yoghurt: le insidie per il cane (Fonte Foto Pixabay)

Oltre al rischio di dare prodotti lattiero-caseari al tuo cane che potrebbe essere intollerante, e questo lo puoi scoprire purtroppo solo dopo averglielo dato, ci sono anche cani che non tollerano altri componenti del latte come la caseina o che sono intolleranti al latte di mucca e i sintomi sono gli stessi che per il cucciolo.

C’è un’altra cosa importante da considerare prima di condividere i cibi umani con un animale domestico.

Mentre il latte in sé stesso non è tossico, alcuni prodotti derivati dal latte contengono sostanze pericolose. Alcuni gusti di gelato contengono cioccolato, uvetta o noci di macadamia che possono essere dannosi per i cani. Anche alcuni formaggi e creme di formaggi potrebbero contenere alimenti vietati per il cane come aglio e cipolla. Inoltre le creme e alcuni tipi di ricotta hanno sostanze aggiunte che li rendono ancora più ricchi di lattosio.

I proprietari di animali domestici dovrebbero essere cauti quando si tratta di prelibatezze fredde, poiché alcuni yogurt e gelati contengono dolcificanti artificiali come lo xilitolo, che può anche essere tossico per i cani.

Allora cosa fare? Il consiglio, per quanto riguarda il latte, è di dare al tuo cane solo quello senza lattosio per vedere se lo digerisce e non ha problemi con quello vaccino. La dose ideale con la quale cominciare è un cucchiaio e monitorare se ha problemi e poi salire di poco alla volta tenendo conto del peso e di eventuali malattie digestive del cane; ti consiglio di parlare con il tuo veterinario per trovare una strategia adeguata per arrivare alla dose massima ideale per il tuo specifico amico a quattro zampe.

Se non dovesse avere problemi con il lattosio, non dare comunque al tuo cane la crema di formaggio (è eccessivamente grassa e potrebbe contenere alimenti vietati), il latte condensato (è troppo ricco di zuccheri che farebbero ingrassare il tuo cane e aumentare il rischio di diabete) e formaggi, di qualsiasi tipo e gusti di gelato in cui ci siano alimenti tossici per lui.

Se invece dovesse avere problemi, non sentirti in colpa a non condividere il tuo latte di mucca con lui: non lo stai privando di qualcosa di fondamentale e stai pensando alla sua salute.

Se il tuo cane è una superstar quando si tratta di digerire i latticini quindi dagli comunque poco latte e derivati e attieniti ai prodotti più semplici possibili, quindi pollice su ad esempio per il gelato alla vaniglia (senza dolcificanti, preferisci lo zucchero) o quantità molto ridotte di formaggio. Sì anche allo yoghurt, possibilmente bianco per evitare di confonderti dandogli un gusto che non gli fa bene come cioccolato o alle noci di macadamia.

Infatti uno dei rischi del condividere il nostro cibo con il cane è che l’industria, sia per la richiesta del consumatore che per variare aumentando la propria competitività, punta su ricette sempre più complesse e varie e il rischio di confondersi non è irreale.

Altri tipi di latte, di origine animale e vegetale

Se il cane ha problemi con il latte vaccino, potresti provare con il latte di capra che in genere dà meno problemi, almeno a noi umani, forse perché lo introduciamo meno di frequente nella nostra dieta. Questo latte ha una struttura proteica e lipidica diversa da quello vaccino quindi non è automaticamente un problema per i cani (e gli umani) che non tollerano quest’ultimo: inoltre ha anche leggermente lattosio. Ha più calcio e potassio ma meno folato e vitamina B12. Comunque verifica anche qui le reazioni e non esagerare con le dosi.

Esistono anche dei tipi di latte di origine vegetale. Il latte di mandorla può essere dato al nostro cane ma in piccole quantità perché le mandorle contengono molti grassi che in grandi quantità possono portare a problemi di peso per il cane e nei casi più gravi ad una infiammazione del pancreas. Controlla che nei dolcificanti non ci sia lo xilitolo e che il tuo cane digerisca le mandorle.

Anche il latte di soia, sempre più usato tra gli umani intolleranti al lattosio, va bene per il cane. Alcuni sostengono anzi che gli isoflavoni potrebbero fare bene al cane in quanto nell’uomo diminuiscono i livelli di colesterolo e il rischio di tumori in cui sono coinvolti gli estrogeni. Secondo altri possono anche aiutare il cane con problemi a trattenere la pipì. In ogni caso una quantità eccessiva di soia al cane non è consigliata ma modesta va bene.

 

Potrebbe interessarti anche >>> Disinfettare le ferite del cane con i rimedi casalinghi

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI