Home Cani Alimentazione Cani Posso dare al cane i legumi? Scelta tra lenticchie, piselli, fagioli, ceci...

Posso dare al cane i legumi? Scelta tra lenticchie, piselli, fagioli, ceci e fave

CONDIVIDI

Se vi state chiedendo se il cane possa mangiare legumi quali ceci, lenticchie, piselli, fagioli o fave scopriamo insieme quali si e quali no e quali condimenti evitare.

cane fagiolini
Quali legumi sono adatti ai cani e quali no (Fonte Foto Istock)

I legumi possono essere un alimento controverso. Sono ammirati da molti per le loro proprietà, che li rendono adatti sia ad essere serviti come contorni, in zuppe, nei primi insieme ai cereali o sotto forma di crocchette (basti pensare ai celebri felafel, che possiamo trovare in quasi tutti i kebab e nel banco frigo dei nostri supermercati) e sono detestati da altri perché darebbero gonfiore.

Quali legumi possono mangiare i cani e sono adatti a loro? Se il dilemma su legumi si/ legumi no vi ha portato a chiedervi se i vostri amici a quattro zampe possono mangiarli noi chiariremo i vostri dubbi. Prima di capire se questi gustosi alimenti possono essere considerati verdure tossiche per i cani, la prima cosa da sapere è come differenziare le verdure dai legumi.

Un legume è il seme di una pianta leguminosa. È commestibile e fornisce molte proteine ​​e fibre. Questo è il motivo per cui sono diventati così amati da alcuni di noi, ma anche quello per cui fanno parte di così tanti alimenti canini industriali. Infatti potreste anche essere qui perché ve li siete ritrovati in un cibo per cani che avete acquistato e volete saperne di più.

Iniziamo con il dire che, anche se i legumi hanno proprietà benefiche, dobbiamo sapere che le proteine ​​che si adattano meglio ai cani sono quelle di origine animale, che dovrebbero occupare circa la metà della sua dieta, e che troppi ceci o lenticchie possono produrre gas (questo mito su i legumi è vero dunque, ma solo se consumati in quantità eccessiva). Sapendo questo, devi chiederti: il mio animale domestico può mangiarli tranquillamente? E che mi dite della quinoa?

Quali legumi possono mangiare i cani e sono adatti a loro?

  • I cani possono mangiare i ceci?
ceci
Proprietà benefiche dei ceci (Fonte foto alexdante da Pixabay)

I ceci sono uno dei legumi più gustosi e ricchi di nutrienti che possiamo trovare in natura. Sono un alimento perfetto per l’uomo e anche i cani possono mangiarli. In alcuni casi, vengono utilizzati come integratore alimentare quando il cane ha le feci liquide.

Infatti, come tutti i legumi, riassorbono i liquidi in eccesso nell’intestino riportando le feci alla densità normale. Vengono anche usati come supporto nella dieta del cane se esso ha bisogno di fibre e minerali come ferro, calcio, vitamina B e manganese. Aiutano quindi il tuo cane che ha problemi di anemia, ma anche di sovrappeso: sono ricchi di proteine e fibre, quindi sono un cibo adatto a mantenere la linea, e anche a non perderla. La fibra è utile anche per alimentare la flora batterica naturale del cane, aiutando a prevenire diversi problemi intestinali. Evitano anche che i livelli di zucchero nel sangue aumentino troppo rapidamente dopo aver mangiato, utile specialmente nei cani con il diabete.

Sono anche una fonte di proteine rilevante, che hanno un ruolo vitale nel funzionamento di muscoli e legamenti e nella salute del manto e della pelle del cane. Contribuiscono inoltre alla rigenerazione cellulare e al funzionamento del suo sistema immunitario.

Detto questo, sembra essere assolutamente positivo dar da mangiare al cane i ceci, ma non è del tutto così. Il sistema digestivo di un cane è molto sensibile e, per quanto abbia dei punti in comune, diverso dal nostro ed è questo il motivo per cui il cibo che mangiamo tranquillamente noi umani deve sempre essere razionato e dato al nostro animale con estrema cautela. Il lupo e la volpe, che sono i parenti selvatici del cane, non digeriscono le proteine vegetali ed è solo grazie al suo addomesticamento che il cane può tollerarle, ma serve cautela.

Inoltre, lo stomaco di molti cani avrà difficoltà a mangiarli, quindi dai al cane una piccolissima quantità la prima volta, così che il suo organismo possa tollerarli bene e che il cane stesso possa superare un’eventuale reticenza ad assaggiare nuovi cibi. Potrebbe capitare comunque che abbia fatica a digerirli la prima volta, ma è normale.

Se il tuo cane invece, anche le volte successive, continua a non tollerarli, lascia perdere l’idea di dargli da mangiare dei ceci. I ceci per il cane devono sempre essere ben cotti ma non eccessivamente caldi: questo è il modo ideale per facilitargliene la digestione.

  • I cani possono mangiare lenticchie cotte?

Anche le lenticchie, come i ceci, hanno un vantaggio molto importante per i cani obesi: offrono sostanze nutritive e un cibo che sazia ma con un apporto di calorie minimo. Anche le lenticchie aiutano i cani a regolare il transito intestinale, evitando l’ostruzione delle loro ghiandole anali, forniscono loro la vitamina B e il ferro e sono un’importante fonte di proteine .

In ogni caso, come con i ceci, non bisogna darle mai crudi, ma invece sempre cotte e non troppo caldi; la quantità di legumi o proteine ​​vegetali che mangiano nel complesso non dovrebbe mai superare il 10% o il 15% della dieta. Sebbene forniscano tutti questi nutrienti, molti amanti degli animali commettono l’errore di costringerli a mangiare questi alimenti umani in eccesso. Se si la quantità necessaria al cane, i legumi possono causare irritazione gastrica e irregolarità a defecare.

La cosa migliore che puoi fare è contattare comunque è contattare un veterinario e dirgli l’età, il peso e la razza del tuo amico peloso. In questo modo, potrà dirti la quantità massima di lenticchie e ceci che il tuo cane può mangiare al giorno e quali ricette preparare. Il cibo fatto in casa aiuta molto se il tuo cane è un po’ triste o se ha problemi di stomaco.

Il consiglio che ti do è di non mischiare il cibo che prepari tu con quello comprato perché ad esempio nel caso dei legumi hanno due tempi di digestione diversi e questo potrebbe creare problemi al tuo cane.

  • I cani possono mangiare i piselli?
piselli
I vantaggi alimentari dei piselli per il nostro amico a quattro zampe (Fonte foto Pixabay)

I piselli sono anch’essi salutare per il tuo cane in quanto ricchi di vitamina A, vitamina K e varie vitamine del gruppo B. I piselli sono anche una buona fonte di fibre, ferro, zinco, potassio e magnesio. Queste vitamine e minerali sono buoni per la vista, la pelle, la digestione, il sistema immunitario, i nervi e il cuore del tuo cane.

I cani che mangiano troppi piselli possono sperimentare gas e altri problemi digestivi. I piselli non sono raccomandati per i cani con problemi renali in quanto contengono purine che possono aggravare ulteriormente la condizione dei reni.

  • I cani possono mangiare fagioli e fagiolini?

Mentre per i fagiolini la risposta è si, sia freschi, che cotti che scongelati, per i fagioli la questione è più complessa, infatti il tuo cane può mangiare tranquillamente i fagioli, bianchi, neri e borlotti ma dovrebbe evitarli fritti e in scatola.

La zuppa di fagioli in scatola, o i fagioli in lattina con tonno, sono ricchi di grassi e zuccheri aggiunti e rappresentano pertanto un rischio concreto per i cani diabetici. Contengono anche pomodoro e/o ketchup, che è a base di pomodoro, e i pomodori sono alimenti dannosi per i cani. Se il tuo cane mangia accidentalmente una lattina di fagioli, potrebbe non presentare effetti collaterali. Ma certamente sono comunque da evitare.

Se mangiati più volte, è probabile che i cani sviluppino pancreatite o subiscano danni ai loro globuli rossi. Se il tuo cane mostra sintomi come mal di stomaco, vomito o diarrea; diminuzione dell’appetito; febbre o letargia dopo aver ingerito fagioli in scatola chiama immediatamente il veterinario.

I fagioli fritti in scatola o comprati d’asporto contengono olio, aglio e spezie come cumino, peperoncino e sale. Questi condimenti e spezie sono inadatti allo stomaco del tuo cane. Evita quindi di darglieli e se il tuo cane dovesse mangiarli per sbaglio, in presenza di sintomi come vomito, diarrea o dolore addominale contatta subito il veterinario.

  • I cani possono mangiare le fave?

No. Le fave contengono un composto chiamato PHA (fitoagmagututina), che può essere tossico se assunto in certe quantità. Mentre come abbiamo visto gli altri legumi sono sicuri da mangiare, le fave possono far ammalare i cani. Ciò può essere dovuto al fatto che le dimensioni maggiori e la pelle più dura della fava rendono più difficile la cottura corretta che è la sola cosa che aiuta a neutralizzare il PHA.

Quindi la fava cruda è tossica per il cane ma è un rischio anche cotta perché potresti non averla fatta come necessario a neutralizzare il PHA. I cani in genere espellono i fagioli vomitando, ma se questo diventa vomito non tende a smettere, chiama il veterinario.

Il cane può quindi mangiare i legumi?

cane mangia terreno
(fonte foto Unsplash)

Ad eccezione delle fave, si perché sono una fonte di vitamine, di fibre utili alla salute dell’intestino quotidiana e in caso di diarrea, e di proteine che hanno diverse funzioni vitali come su detto. I legumi hanno inoltre poche calorie che li rendono adatti anche ai cani obesi. Tuttavia in eccesso possono portare alla formazione di gas intestinali: devono quindi, insieme alle altre proteine vegetali, non superare il 20% della dieta del tuo cane, che deve comunque essere personalizzata in base alla sua età, peso e salute. Chiedi al tuo veterinario prima di dare legumi, da soli o in preparati che li contengono, al tuo cane se ha problemi renali.

Evita i legumi in scatola perché potrebbero contenere una quantità di sodio eccessiva per il tuo cane. Evita anche i sughi o i preparati a base di legumi per noi umani perché spesso contengono cipolla, aglio o sono fritti in olio abbondante, che come sai sono da evitare per un cane e ricordati di non fare tu altrettanto se vuoi dividere i legumi preparati in casa da te con il tuo cane.

  • I cani possono mangiare la quinoa?

Ricorda che, ogni volta che vuoi dare un nuovo cibo a un cane, devi introdurlo a poco a poco, lentamente e senza improvvisi cambiamenti nella sua dieta. Ciò influisce anche sulla quinoa. La quinoa non è un legume, come molti pensano, in realtà è uno pseudo cereale considerato un super alimento per via delle sue proteine ​​e di tutti i nutrienti che dà con pochissime calorie.

Molti di noi hanno già incorporato la quinoa nella nostra dieta, ma è conveniente per i cani mangiarla o gli fa del male? Bene, la verità è che è un ottimo cibo anche per loro. Come accade con i ceci o le lenticchie, non può essere mai essere data cruda. Devi pulirla accuratamente, cucinarla e assicurarti che sia mangiata a temperatura ambiente; mai troppo calda perché può fargli delle bruciature alla bocca.

Come puoi vedere, ci sono diverse ragioni per cui è interessante che i cani mangino legumi e la quinoa. Il principale è che sono una fonte di proteine ​​e vitamine e contengono poche calorie. La quinoa contiene un elevato carico di antiossidanti, previene il diabete e ci sono persino studi che dimostrano che può essere utile prevenire il cancro.

Potrebbe interessarti anche >>> Quanto deve mangiare un cane di taglia grande? Tabella, dosi e quantità

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI