Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare le ciliegie? Modalità e a cosa dovete fare...

Il cane può mangiare le ciliegie? Modalità e a cosa dovete fare attenzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:59
CONDIVIDI

Il cane può mangiare le ciliegie in questo periodo? Vi sarete sicuramente fatti questa domanda in questo periodo: ecco come e quante.

cane ciliegie
Benefici delle ciliegie per il cane, quantità e pericoli legati a nocciolo e foglie (Fonte foto Istock)

Se siete golosi di ciliegie. avrete probabilmente pensato di condividere questo frutto con il vostro amico a quattro zampe. Ma lo potete fare? La risposta è sì ma come sempre con determinate accortezze che vedremo in seguito. Intanto iniziamo a capire quali sono i benefici delle ciliegie per il cane.

Le ciliegie sono amate non solo per il loro gusto ma ultimamente anche perché essendo ricche di antiossidanti sono una fonte per l’eterna giovinezza. Gli antiossidanti non hanno però solo la proprietà di mantenere di bell’aspetto la pelle ma hanno un effetto benefico sulle infiammazioni. Quindi sono estremamente utili anche in caso di artrosi, della quale riducono anche il dolore. 

Forse vi piacerà sapere che le ciliegie sono indicate anche per chi soffre di insonnia, infatti sono ricche di melatonina che, che come molti saprete, è indispensabile per il sonno ma anche per regolare l’orologio biologico nostro e del nostro pelosetto.

Queste proprietà fanno bene a noi ma anche al nostro amico a quattro zampe, ma non sono le sole. Infatti la ciliegia contiene tantissime sostanze ottime per l’organismo. Vediamo quali.

Proprietà delle ciliegie: le sostanze benefiche contenute

cane ciliegie
i numerosi benefici delle ciliegie per il cane e per gli esseri umani (Fonte Foto Pixabay)
  • La vitamina C, come altra frutta estiva che il cane può mangiare, come la prugna (con certi accorgimenti). La vitamina C è quella che contrasta le suddette infiammazioni e da anch’essa un aiuto per la nostra pelle in quanto serve alla corretta formazione del collagene, che come molti sapranno è fondamentale per la compattezza della pelle.
  • Le fibre, che aiutano il corretto transito intestinale nell’animale soprattutto se il cane è stitico.
  • La vitamina A e il ferro: questa vitamina aiuta la vista e il corpo a rimanere giovane  mentre il ferro è fondamentale nel processo di ossigenazione tissutale.
  • Il calcio e alcune proteine: il calcio è fondamentale per le ossa mentre le proteine intervengono in una numerosa serie di processi.
  • Il potassio che è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema neuronale nervoso e nelle contrazioni muscolari del cuore.
  • Il boro che aiuta a mantenere la presenza di calcio stabile e come quest’ultimo ha un ruolo legato alle nostre ossa.
  • L’antocianina, che non è imparentata con il cianuro, è quella che conferisce alla  ciliegia il suo colore rosso ed è protettiva per il cuore.
  • Delle sostanze fitochimiche e dei flavoni che hanno un ruolo nel corretto funzionamento del sistema immunitario.
  • Le ciliegie non contengono grassi e hanno poche calorie. Questo significa che possono essere tranquillamente usate anche se il vostro cane è a dieta oppure se volete mantenere il peso dell’animale punto. Questo ha anche il vantaggio di non provocare un aumento di colesterolo cattivo nell’animale. Inoltre non contengono sodio che significa quindi che  non c’è rischio che provochino ritenzione idrica nell’animale.

Come mangiare le ciliegie e quali parti non dare al cane

cane ciliegie
Accortezze nel dare le ciliegie ai cani (Fonte Foto Istock)

Per tutti questi motivi la ciliegia è consigliatissima per il cane in quanto è davvero un concentrato di sostanze utili per la sua salute sotto tutti gli aspetti. Anche nel caso della ciliegia, come di quasi tutti gli alimenti, è importante non esagerare con le dosi da dare al cane.

Introducete le ciliegie in modo graduale per verificare che il cane le digerisca. Come tutta la frutta, contengono lo zucchero che in alcuni cani, generalmente in caso di quantità eccessive ingerite, provoca la diarrea ma non preoccupatevi perché in genere è qualcosa di transitorio. 

Per l’uso di pesticidi nella frutta comprata vi consiglio di lavare accuratamente le ciliegie strofinando anche la superficie. Vi sconsiglio invece le ciliegie sciroppate perché in genere contengono troppi zuccheri per il cane e potrebbero contenere anche sostanze artificiali che lo danneggiano.

Nel nocciolo, nelle foglie e nei gambi le ciliegie contengono, come nella pesca, del cianuro. Nonostante date le dimensioni del nocciolo delle ciliegie il rischio di avvelenamento è veramente minimo, in ogni caso è preferibile dare al cane le ciliegie senza nocciolo ed evitare ogni rischio che il cane le ingerisca per sbaglio nel vostro giardino.

In caso di indigestione dovuta a una quantità spropositata di ciliegie con i noccioli, se notate febbre, vomito, salivazione aumentata è il caso di chiamare il veterinario che potrebbe pensare a una lavanda gastrica per far eliminare al vostro cane i noccioli con il veleno.

In altri casi il cane potrebbe essere intollerante alla ciliegia, anche se è un fenomeno raro, e in caso di questo shock anafilattico potreste notare rigonfiamento della lingua e delle gengive che potrebbero anche essere arrossate, pupille dilatate e respiro aumentato e in questo caso chiamate immediatamente un veterinario.

Potrebbero interessarti anche >>>

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI