Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare la pesca? Tutta la verità su questo frutto...

Il cane può mangiare la pesca? Tutta la verità su questo frutto estivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:46
CONDIVIDI

L’estate porta con sé una quantità di succosi frutti estivi e quindi il proprietario si chiede se il suo cane possa mangiare la pesca: ecco come.

cane pesca
La pesca ha proprietà benefiche per il cane o è tossica per lui? (Fonte Foto Istock)

Le pesche, fresche e succose, sono una delle grandi gioie dell’estate. Sono una fonte naturale di vitamine e non contengono grassi e per questo motivo sono utili nella dieta del tuo cane, mantenendo anche sani il suo cuore, le sue vene e le sue arterie dato che non contengono colesterolo.

Hanno numerose proprietà, che elencherò in seguito, che le hanno rese celebri anche nella creazioni di oli per l’aromaterapia, in creme per il corpo e anche tra i fruitori dell’omeopatia.
Se ti stai chiedendo se puoi condividere questo delizioso alimento con il tuo cane, la risposta è un sì motivato, insieme ad alcuni avvertimenti.

I cani, dopo tutto, sono carnivori e non hanno del tutto bisogno di frutta come parte della loro dieta. Inoltre la digestione nei cani funziona in modo diverso rispetto alla digestione umana. Allora perché dovremmo dare la pesca al cane?

Il cane può e deve mangiare la pesca? Le proprietà del frutto

cane pesca
proprietà della pesca, amato frutto estivo dai cani (Fonte foto Pixabay)

Le pesche sono un’ottima fonte di vitamina A e fibre, quindi aiutano sia la digestione che la regolarità intestinale del tuo cane, potenziando stomaco e intestino e aiutandolo a difendersi meglio dalle infezioni. Contengono anche ferro, calcio, potassio e zinco, dei minerali essenziali alla salute del cane (e alla nostra).

Le pesche grazie al loro alto contenuto vitaminico e alla presenza di proteine essenziali sono utili per curare piccole lesioni tissutali e rinforzano le difese dell’organismo del cane. Sono benefiche anche verso i reni e il fegato, aiutandoli a funzionare più efficacemente. Per tutti questi motivi e per le poche calorie contenute ti consiglio di usarle come sostituto ai meno salutari e grassi snack per animali.

Nonostante vanno bene per noi, alcuni cibi sono vietati per i cani quindi è normale che tu ti chieda cosa dare loro e cosa meno. Tagliata in piccoli pezzi, la polpa di una pesca è sicura per il tuo cane. Ma, come qualsiasi alimento che non fa parte della sua dieta se ne mangia troppo, le pesche possono causare inizialmente disturbi di stomaco, la diarrea più comunemente, che è solo temporanea.

Questo è un effetto soprattutto degli zuccheri contenuti all’interno della frutta; ti consiglio di introdurla, come ogni nuovo alimento, lentamente per verificare che il cane non vi sia intollerante o allergico. Se anche dopo averla introdotta più volte, il tuo cane continua ad avere la diarrea quando mangia la pesca, è il caso che tu la escluda dalla sua dieta, anche se potresti prima consultare un veterinario in merito.

Tra la frutta e verdura per il cane in estate la pesca è molto consigliata. Non condividere però pesche in scatola o sciroppate con il tuo cane. Contengono elevate quantità di zucchero e possono anche essere state trattate con conservanti o dolcificanti artificiali che possono compromettere seriamente il sistema digestivo del tuo cane.

I rischi legati alla pesca: il nocciolo e le foglie

cane pesca
Foglie e nocciolo sono tossici nella pesca (Fonte Foto Pixabay)

La maggior parte della frutta in commercio è trattata con pesticidi che possono essere tossici. Assicurati di lavare accuratamente le pesche prima che il tuo cane (o tu stesso) le mangi.

Il più grande pericolo è però il nocciolo della pesca. I noccioli delle pesche contengono un composto di cianuro di zucchero chiamato amigdalina. Anche se un cane dovrebbe consumare diversi noccioli per essere in serio pericolo, perché rischiare dandogli qualcosa che può essere tossico?

Ci sono alcuni altri pericoli legati ai noccioli delle pesche. Se il tuo cane cerca di ingoiarlo intero, può rimanere intrappolato nella sua gola. E, come sa chiunque che abbia mai mangiato una pesca per intero, il nocciolo ha una superficie ruvida e dentellata che può essere abrasiva e irritare l’intestino tenue. Quindi, quando dai una pesca al tuo cane, assicurati di aver levato il nocciolo.

Se il tuo cane ingerisce un nocciolo, per essere sicuro che la quantità di veleno ingerita non gli sia tossica, controlla che non abbia reazioni o chiama per tua maggiore sicurezza il tuo veterinario di fiducia.

Infine, se coltivi i tuoi peschi o raccogli le pesche nel frutteto di un contadino o le compri al mercato rionale, tieni presente che anche gli steli e le foglie delle pesche contengono cianuro.
Quindi ti consiglio di non portare con te il tuo cane quando vai a raccogliere le pesche, di buttare via gli steli e le foglie lontano dalla portata del cane o dai luoghi in cui è solito rovistare per gioco e, se i peschi sono nel tuo giardino, di far loro intorno un piccolo recinto per evitare che il cane possa mangiare foglie e steli.

Nel caso in cui il tuo cane mangi delle foglie o degli steli delle pesche, ti consiglio di fare come descritto su in caso di ingestione del nocciolo.

Potrebbe interessarti anche:

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI