Home Cani Educare un cane adulto: i comandi principali e come sollecitarlo

Educare un cane adulto: i comandi principali e come sollecitarlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11
CONDIVIDI

COMANDI UTILITARI

cane addestramento

Ai piedi” o “cammina”: si tratta di comandi da impiegare durante la passeggiata in modo da far restare il cane affianco del padrone. Bisogna essere coerenti e usare sempre la stessa parola.

Comandi di velocità “piano” o “più veloce“: anche questi comandi sono da impiegare durante la passeggiata e possono essere utili per far velocizzare il passo del cane o per farlo smettere di tirare al guinzaglio.

“Fermo”: durante la passeggiata il padrone dovrà insegnare al cane a stare seduto quando il padrone si ferma. Per farlo, quando il padrone si ferma, potrà sollecitare delicatamente il cane, tirando il guinzaglio e abbassandogli la parte posteriore, ripetendo il comando “seduto”.

“Sdraiato” o “a terra“: si tratta di un ulteriore sviluppo del comando “seduto” e in questo caso, il padrone potrà spingere in giù le spalle del cane quando è seduto. Nel caso in cui questo gesto non funzionasse, il padrone potrebbe mettersi di fronte al cane e tirargli le zampe anteriori in avanti. Alla peggio, mettersi al fianco del cane e prendere sia l’anteriore che la zampa posteriore dello stesso lato, in modo che il cane si rovesci a terra, dando sempre il comando, evitando che  si ribalti sulla schiena. Fare sempre i complimenti al cane, non appena eseguita la manovra e ricompensarlo con un bocconcino.

“Lascia” o “no”: si tratta di un comando fondamentale per evitare che il cane non mangi le cose che trova durante la passeggiata e di cui abbiamo parlato in un approfondimento (clicca qui per consultarlo). In questo caso, è importante distrarre l’attenzione del cane e riportarla al padrone. Non appena il cane rispetta il segnale del padrone, fargli sempre i complimenti.

“Scendi” o “giù”: un comando utile per evitare che il cane salti addosso al padrone senza il permesso. Anche in questo caso, dare sempre un comando unico da ripetere con un tono arrabbiato ogni volta che il cane prova a saltare sul padrone. Quando obbedisce, ricompensare il cane con un complimento. Per sollecitare il cane, dando il comando, si potrà spostare in avanti il ginocchio, in modo che il cane lo urti e non possa saltare sul padrone.

clicca successiva