Home Cani Educare un cane adulto: i comandi principali e come sollecitarlo

Educare un cane adulto: i comandi principali e come sollecitarlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11
CONDIVIDI

CONSIGLI

cane addestramento 1Affinché i comandi siano effettivi è necessario ripeterli per qualche minuto al giorno e non superare un’ora su ogni esercizio.

Evitare di urlare o picchiare il cane, in quanto potrebbe provocare paura e far scatenare in lui l’aggressività.

Non sgridare il cane. Il rimprovero deve essere mirato solo nel caso in cui il cane fa qualcosa, come il rosicchiare i mobili, che non dovrebbe mai fare. Correggerlo e fare poi i complimenti quando si comporta bene.

Quando il cane scappa, non bisogna mai punirlo quando torna. Potrebbe pensare che il padrone lo rimprovera perché è tornato.

Le parole di addestramento dovrebbero essere sussurrate per incoraggiare il cane a prestare attenzione e riesca ad individuare i livelli di rumore quando ci sono altre persone in giro.

In alcuni casi si può utilizzare lo strappo correttivo che se viene dato in maniera corretta, attira l’attenzione del cane, facendolo desistere nel suo intento. Lo si potrà impiegare se il cane tira il guinzaglio e va dato in deciso, veloce e secco, seguito da un allentamento della tensione del guinzaglio. Ovviamente, accompagnare lo stratto correttivo con un commando e la ricompensa sia verbale che con il bocconcino.