Home Cani Perché il cane soffre di mal d’auto? Come prevenirlo.

Perché il cane soffre di mal d’auto? Come prevenirlo.

CONDIVIDI
@getty images

Molto spesso i cani soffrono del mal d’auto, chiamato in modo scientifico “cinetosi”: si tratta di una serie di disturbi del cane durante gli spostamenti sui mezzi di trasporto come auto, autobus, treno, aereo, barca o nave.  Questi disturbi sono provocati dal movimento irregolare che infastidisce gli organi dell’animale e le vie sensoriali collegate all’equilibrio.  In alcuni casi, il disturbo potrebbe essere collegato all’ansia scaturita da un ricordo passato poco piacevole. Di norma non vi sono razze o tipi di cani più predisposti alla cinetosi anche se potrebbe rivelarsi più comuni nei cuccioli o negli esemplari giovani che devono ancora fare esperienze di viaggio.

Sintomi- Trai vari sintomi che provoca la cinetosi vi sono la nausea, il vomito, l’ipersalivazione, sbadigli, vocalizzazione inappropriata, tremori, agitazione, abbattimento, disagio e incertezza dell’animale, letargia oppure comportamento frenetico fino alla diarrea ovvero feci acquose/morbide. Normalmente, questi sintomi dovrebbero cessare quando il mezzo si ferma. In caso contrario, è meglio rivolgersi ad un veterinario. Di solito, i sintomi della cinetosi scompaiono poco dopo che il veicolo smette di muoversi. Qualora i sintomi sperimentati dal cane dovessero essere estremi o non dovessero migliorare in assenza di movimento, si consiglia di consultare il veterinario.

Trattamento- Spesso e volentieri, il veterinario provvede a raccogliere tutte le informazione sui sintomi dell’animale. Raramente vengono eseguiti dei test clinici per la cinetosi. In caso, il veterinario potrebbe richiedere delle analisi generali per valutare la condizione di salute del cane. Per poter aiutare i 4zampe più sensibili al movimento vi sono dei farmaci da somministrare prima del viaggio e da stabilire con il veterinario in base alle condizioni mediche dell’animale e alla gravità del suo disagio. Il farmaco varia anche in base alla durata e all’entità del viaggio.  In ogni modo, viene suggerito di prevenire la cinetosi, desensibilizzando il cane al viaggio e quindi progressivamente abituarlo ad essere tranquillo e calmo in auto.
Tra i farmaci più efficaci vi sono gli antistaminici nei casi di ansia e paura estrema e che avranno un effetto calmante sull’animale nonché contribuiranno a ridurre la salivazione. Gli altri farmaci sono quelli antinausea a base di fenotiazina, suggeriti per i cani che amano viaggiare, ma non riescono a tollerare il movimento del veicolo. Si tratta di farmaci che hanno una durata maggiore rispetto agli antistaminici ma con effetti collaterali come aggressività nel cane. Come terza opzione vi sono anche i sedativi come fenobarbital o valium che vengono somministrati di normi a cani affetti da sintomi gravi di cinetosi e che devono viaggiare per un lungo tempo.

Prevenzione- Come accennato prima, il miglior modo di prevenire la cinetosi è quello di desensibilizzare progressivamente l’animale, iniziando con viaggi brevi. E’ bene far sentire al proprio agio l’animale per cui durante il viaggio viene consigliato di lasciare il cane di vedere all’esterno del mezzo, fuori dal finestrino. Si tratta di un fattore che lo potrebbe aitare a superare il disagio. Inoltre, il cane deve  avere lo spazio necessario per poter muoversi o sdraiarsi e il luogo deve essere ventilato. Ovviamente, prima d’intraprendere il viaggio, è meglio evitare di somministrare un pasto abbondante che potrebbe indurre il cane a vomitare. Il cane dovrà mangiare qualcosa di leggere affinché nello stomaco vi siano degli ingrediente che favoriscano l’assorbimento dei succhi gastrici.