Home Cani Salute dei Cani Malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne: tipologie, cause e come...

Malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne: tipologie, cause e come evitarle

Quali sono le malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne e alle quali è più soggetto? Tutte le tipologie, le cause e come curare eventuali patologie.

Malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne
(Foto AdobeStock)

Un cane così dinamico e attivo può anche ammalarsi? Purtroppo sì: la sua verve non lo tiene al riparo da patologie a cui è particolarmente ‘sensibile’. Ecco tutte le malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne, quali sono i sintomi da riconoscere e, quando possibile, le cure da adottare. In alcuni casi è possibile prevenirle con alcuni accorgimenti molto utili: vediamoli tutti!

Basset Fauve de Bretagne: tutto sulla sua salute

Diciamocela tutta. un cane così attivo, tra i migliori nella caccia e sempre con tanta voglia di correre e giocare, non dà per niente l’idea di essere un cane malaticcio. Infatti non lo è, anzi gode di buona salute nonostante le minute dimensioni.

Alimentazione del Basset Fauve de Bretagne
(Foto Pinterest)

Oltre ad avere ottime e forti articolazioni, il Basset Fauve de Bretagne ha anche un manto duro e folto che lo protegge dalle intemperie e lo rende quasi ‘impermeabile’ alla vegetazione e ai cespugli in cui si ‘tuffa’ pur di raggiungere la preda.

Un DNA temprato e resistente, merito forse anche delle sue origini e dell’incrocio delle due razze che lo hanno ‘creato’: il Griffon Fauve de Bretagne e il Bassetto Vandeano. Da loro ha ereditato un corpo forte, seppur minuto e snello, che quindi non presenta grandi problematiche (almeno strutturalmente).

Potrebbe interessarti anche: Adottare un Basset Fauve de Bretagne: i motivi per farlo e come essere il suo padrone ideale

Malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne: no malattie di razza, ma…

Insomma i suoi geni gli garantiscono uno stato di salute molto buono, ma è ovvio che molto dipende dallo stile di vita: non vi sono dunque malattie specifiche della razza o tipiche, ma tuttavia bisogna stare molto attenti sia all’alimentazione del Basset Fauve de Bretagne sia all’attività fisica.

Infatti in entrambi i casi, una dieta sbagliata e una scarsa (o peggio, assente) attività fisica possono influire molto negativamente sul suo benessere fisico. Le conseguenze più probabili sono tre: problemi alle articolazioni, obesità e noia.

Problemi alle articolazioni

Se non si muove abbastanza, non corre e non ha neppure spazio a sufficienza per poter sfogare le sue energie, non sarà solo un problema di frustrazione ma soprattutto fisico. Le articolazioni di questo cane hanno bisogno del movimento per restare forti e resistenti.

Razze compatibili col Basset Fauve de Bretagne
(Foto AdobeStock)

Rischio di obesità

Oltre ad avere la tendenza ad ingrassare, questo cane è anche molto goloso: quindi bisogna fare molta attenzione a quello che mangia di nascosto e a quello che gli somministriamo. Mai dargli gli avanzi della cena e non esagerare con le porzioni!

Noia

Sebbene possa sembrare un problema di poco conto, in realtà non si tratta assolutamente di un cane pigro o pantofolaio. Non a caso infatti mal si adatta a padroni anziani, proprio per la sua costante esigenza di attività fisica.

Potrebbe interessarti anche: Cura del pelo del Basset Fauve de Bretagne: caratteristiche e toelettatura

Malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne: come evitarle

Dato che abbiamo la fortuna di non avere patologie genetiche e di razza, perché non adottare tutti i rimedi possibili per evitare anche il rischio più blando di problemi fisici? Non sarà poi così difficile trovargli una compagnia, dato che vi sono numerose razze compatibili col Basset Fauve de Bretagne.

Malattie più comuni del Basset Fauve de Bretagne
(Foto AdobeStock)

Per quanto riguarda gli umani, è preferibile che siano atletici, giovani o anche piccoli umani: infatti, essendo un cane che ha bisogno di movimento, ama correre, saltare e giocare con il suo umano preferito e con i suoi compagni di gioco più piccoli.

Oltre dunque a fornirgli le giuste energie con una dieta ricca di proteine, bisogna anche portarlo a spasso, sottoporlo magari ad allenamento e fargli cacciare qualche preda di tanto in tanto, com’è appunto nella sua indole. Il vostro cane vi ringrazierà!

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Francesca Ciardiello