Home Cani Salute dei Cani La dermatofitosi o tigna nel cane: cause, sintomi e soluzioni

La dermatofitosi o tigna nel cane: cause, sintomi e soluzioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:21
CONDIVIDI

La dermatofitosi o tigna è un disturbo che può presentarsi frequentemente nel cane. Vediamo quali sono sintomi, cause e soluzioni di questo problema.

tigna nel cane
La tigna nel cane o dermatofitosi: sintomi, cause e soluzioni (Foto Pixabay)

Nonostante il nome, la tigna non è un verme (o è causata da un verme), ma un’infezione fungina degli strati superiori della pelle e dei capelli. I tipi di funghi che causano la tigna sono chiamati dermatofiti e il più comune negli animali domestici è chiamato Microsporum canis.

Sebbene generalmente innocuo, la tigna è altamente contagiosa per l’uomo, in particolare per i bambini, gli anziani e chiunque abbia un sistema immunitario compromesso (es. persone sottoposte a chemioterapia). Come tale, se sospetti che tu o il tuo animale domestico abbia la tigna è importante cercare immediatamente un trattamento medico o veterinario.

Tigna nel cane o dermatofitosi: cause

tigna nel cane
La pica nel cane: sintomi, cause e soluzioni

La tigna o dermatofitosi può essere contrattata da una varietà di fonti che vanno dal suolo, da altre persone e anche dai vostri animali domestici. È una delle poche infezioni che possono essere trasferite dagli animali all’uomo. Poiché i funghi possono vivere su follicoli piliferi vaganti e cellule della pelle, è  trasmessa abbastanza facilmente.

Una specie di tigna (Microsporum gypseum) è un organismo del suolo e può essere contratto trascorrendo del tempo in giardino. Se sai che il tuo animale domestico o un’altra persona ha la tigna, evita quanto segue:

  • Contatto pelle a pelle con una persona o un animale infetto
  • Condivisione di asciugamani, indumenti o attrezzature sportive
  • Contatto con oggetti domestici infetti, come una spazzola, indumenti per animali domestici, asciugamani e mobili.

Sintomi

Nell’uomo, la tigna è comunemente identificata come una lesione della pelle rossa e pruriginosa a forma di anello. Se sospetti di avere una lesione da tigna, contatta il tuo medico per un consiglio sul trattamento.

Le lesioni rivelatrici che compaiono sull’uomo compaiono anche su cani e gatti ma a causa delle loro pellicce può essere difficile vederle. In casi lievi di tigna, potresti non notare nulla. Nei casi più gravi, potresti notare i seguenti sintomi:

  • Lesioni rosse sulla testa, sul torace, sugli arti anteriori e sulla schiena
  • Croste sulla pelle del cane
  • Macchie circolari di perdita di pelo (alopecia) sulla testa, sulla coda o sulla schiena del gatto
  • Arrossamento della pelle e ispessimento

Cura e soluzioni

Problemi pelle nel cane
Problemi alla pelle nel cane (Foto iStock)

Se sospetti che il tuo animale domestico abbia la tigna, è importante rivolgersi direttamente al veterinario, poiché la diagnosi spesso richiede un esame clinico approfondito e test. Il veterinario utilizzerà una combinazione dei seguenti test diagnostici:

  • Osservazione: Il veterinario esaminerà innanzitutto l’animale per individuare eventuali lesioni cutanee che si verificano in genere con la tigna.
  • Lampada di Wood: Questa speciale lampada a raggi ultravioletti è progettata per mostrare una fluorescenza giallo-verde. Il materiale fluorescente non è in realtà il fungo stesso, ma un’escrezione che si attacca al fusto del capello. Mentre questo test rapido e non invasivo aiuterà a diagnosticare alcuni casi, rileva solo una percentuale di infezioni da microsporum canis, quindi un risultato negativo non esclude un’infezione da tigna.
  • Microscopio: Il veterinario può prelevare delicatamente un piccolo campione di peli che circonda la lesione e visualizzare i fasci di peli al microscopio. Ciò può consentire la visualizzazione di spore fungine attaccate ai fusti dei capelli.
  • Coltura fungina: Se il veterinario deve confermare la diagnosi, potrebbe inviare un campione di peli a un laboratorio per il test. Mentre possono essere necessarie fino a quattro settimane per una diagnosi conclusiva dal laboratorio, i primi segni dell’infezione possono essere rilevati entro pochi giorni. Una coltura fungina può essere necessaria se i risultati di altri test non sono conclusivi o se è necessario identificare le specie particolari di tigna.
  • Il veterinario può anche eseguire ulteriori test per escludere altre cause di perdita di capelli e lesioni cutanee (ad es. Malattie allergiche della pelle, sarciti o acari).

Esistono diverse opzioni per trattare efficacemente la tigna, a seconda della gravità delle lesioni.

  • Creme e unguenti: In casi lievi, creme e unguenti antifungini possono essere applicati direttamente sulle aree interessate della pelle del tuo animale domestico. Se l’infezione è diffusa, il veterinario può prescrivere uno shampoo antifungino per trattare tutto il corpo del tuo animale domestico. È importante utilizzare solo pomate e shampoo raccomandati dal veterinario, poiché altri prodotti potrebbero aggravare la condizione.
  • Farmaci per via orale: Mentre gli unguenti possono essere efficaci in casi lievi, il più delle volte il tuo animale domestico dovrà anche assumere un farmaco antifungino orale per sradicare l’infezione. Il trattamento di solito deve essere continuato per almeno sei settimane e talvolta più a lungo. Quando si somministrano farmaci per via orale, tenere presente quanto segue:
  • Non interrompere bruscamente il trattamento o interromperlo prima di quanto raccomandato, poiché l’infezione potrebbe ripresentarsi
  • Se hai altri animali domestici in casa, mantieni separato l’animale infetto
  • In alcuni casi, potrebbe essere meglio trattare tutti gli animali insieme: il veterinario sarà in grado di fornire una raccomandazione al riguardo.

Poiché la tigna vive sia sulla pelle che sui capelli, può essere facilmente trasmessa da peli caduti su moquette o mobili. Oltre a trattare l’animale per la tigna, si raccomanda di pulire a fondo l’ambiente domestico per rimuovere i peli contaminati.

  • Passa l’aspirapolvere su qualsiasi tappeto o mobilio a cui il tuo animale domestico è a contatto (compreso sotto letti e divani)
  • Lava le superfici con un buon detergente
  • Limita il tuo animale domestico ad aree della casa che sono facili da pulire, come stanze con piastrelle o assi del pavimento.

Possono essere necessarie fino a sei settimane affinché il trattamento sia efficace. Durante questo periodo, il tuo animale domestico potrebbe essere ancora contagioso, quindi è importante che i membri della famiglia (in particolare i bambini, gli anziani o chiunque abbia un sistema immunitario compromesso) abbiano un contatto minimo con l’animale.

I funghi che causano la tigna amano vivere in ambienti caldi e umidi come il suolo. Si attaccano quindi alle cellule dei capelli e della pelle liberate da esseri umani e animali. Anche se non c’è molto che puoi fare per prevenire queste condizioni, ci sono una serie di altre azioni consigliate recentemente che puoi fare per impedire a te e alla tua famiglia di contrarre l’infezione:

  • Pulisci regolarmente coperte per animali domestici e i box del tuo gatto o cane
  • Smaltisci regolarmente i peli dalla spazzola per la cura del tuo animale domestico
  • Rimuovi le cellule della pelle e i peli da casa aspirando regolarmente pavimenti e superfici
  • Disinfetta le altre aree comuni della casa in cui vivono i tuoi animali domestici

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI