Home Cronaca Abbandonato sull’aiuola nei pressi di un cimitero: inizia per lui una nuova...

Abbandonato sull’aiuola nei pressi di un cimitero: inizia per lui una nuova vita

CONDIVIDI

bpff

A ridosso di Ferragosto, aveva fato discutere il video dell’abbandono di un cane, ripreso dalle telecamere di sorveglianza (clicca qui per il video) situate nei pressi del cimitero di Boffalora Sopra Ticino, dove, due persone a bordo di un’auto, accostandosi ad un’aiuola hanno fatto scendere un cane per poi risalire in macchina, facendo retromarcia e ripartire, lasciando quel povero animale al suo destino.

Seguì la condanna unanime delle associazioni e della rete che hanno diffuso il video. Il cane era stato fortunatamente recuperato dalla Polizia Municipale che ha poi avviato delle indagini con le autorità competenti per individuare i responsabili.

L’esemplare, un simpatico incrocio con uno spinone, chiamato Boff era stato affidato  alla G3A, onlus che gestisce il canile di Cornaredo. Per lui sono giunte numerose richieste di adozione, tanto che lo stesso Comune è stato “quasi” obbligato a  diramare un comunicato, rendendo noto che nel canile non vi era solo Boff in attesa di una famiglia, ma tantissimi pelosi, tutti con storie più tristi da raccontare, che purtroppo non hanno avuto lo stesso riscontro mediatico.

Ma dall’associazione è poi giunta la lieta notizia, quella che ha annunciato l’adozione di Boff: “Non possiamo dare ulteriori informazioni su chi l’ha preso in affido perché si tratta di persone che tengono molto alla privacy, soprattutto per il bene del cane. Non vogliono che il loro gesto sia strumentalizzato, non sono certo in cerca di popolarità. Avevamo ricevuto moltissime richieste, ma abbiamo fatto un’attenta selezione. Sono state escluse tutte le famiglie che hanno chiamato da altre regioni perché per noi sono fondamentali i controlli post-affido, il primo dei quali sarà fra tre settimane, e così sarà più semplice gestirli. Abbiamo evitato anche chi ha bambini, perché Boff è molto vivace e irruente”, hanno scritto i volontari, sottolineando che grazie alla notorietà di Boff, sono stati adottati altri due cani, auspicando che altri cuccioli troveranno presto una famiglia.