Home Cronaca Aggressioni cani: cane corso aggredisce e uccide un barboncino

Aggressioni cani: cane corso aggredisce e uccide un barboncino

CONDIVIDI
aggressione cani
Cane corso

Cane corso scappa e uccide un barboncino 

Un domenica mattina come tante, all’insegna del relax, della famiglia o dello sport, si trasforma in attimi drammatici per una coppia di Alessano, in provincia di Lecce, in Puglia.

La coppia di sessantenni era seduta ai tavolini di un bar con il proprio cane, all’interno di un impianto sportivo per assistere ad una partita di calcetto. Ad un tratto, un cane corso, di grossa taglia, è apparso dal nulla, scagliandosi contro il cagnolino, un barboncino, deceduto poco dopo l’aggressione per le ferite riportate.

Secondo quanto ricostruito, il cane corso appartiene ad un dipendente della struttura possibile. Al momento dell’aggressione, il cane era sciolto e si sarebbe allontanato dal padrone, senza che quest’ultimo se ne accorgesse.

L’esemplare si è poi diretto verso il barboncino che era al guinzaglio, al fianco della proprietaria. La donna è rimasta ferita a sua volta. Soccorsa e trasferita presso l’ospedale più vicino di Tricase.

Sul posto sono intervenuti le guardie zoofile di Agriambiente Lecce, i carabinieri della stazione locale e il personale della Asl.Senza titolo1-2-13

Le autorità hanno accertato che il cane era privo di microchip. Il padrone del corso è stato pertanto multato per il microchip e denunciato per omessa custodia del cane.

Sul caso sono state avviare le indagini per ricostruire la dinamica dei fatti e capire perché il cane era senza guinzaglio e incustodito al momento dell’aggressione.

Il cane per 10 giorni resterà sotto controllo ed è stato affidato allo stesso proprietario.

Cani aggressivi

Purtroppo, i cani possono rivelarsi imprevedibili. Spesso la loro indole e il loro istinto vengono sottovalutati dagli stessi padroni. Come per le persone, i cani hanno simpatie e antipatie. Per questo è fondamentale, non perderli d’occhio, sopratutto in luoghi pubblici dove vi sono molte probabilità d’incontrare altri animali. Alcuni comportamenti umani, inoltre potrebbero stimolare l’aggressività di un cane che reagisce spesso per timore.

In questo caso, il cane corso, una razza considerata pericolosa, molto probabilmente ha aggredito il barboncino per senso di territorialità. Essendo di proprietà di un dipendente della struttura sportiva, il cane corso si sentiva sul suo territorio. Vedendo un altro esemplare, molto probabilmente, lo ha aggredito per territorialità.

 

C.D.