Home Cronaca Anatroccoli sbranati dai cani: allarme al Parco della Bergamella

Anatroccoli sbranati dai cani: allarme al Parco della Bergamella

CONDIVIDI
anatroccoli
(foto pubblico dominio)

Anatroccoli e altri animali sbranati dai cani lasciati incustoditi: allarme al Parco della Bergamella, a Sesto San Giovanni.

Nel Parco della Bergamella, a Cascina Gatti, frazione di Sesto San Giovanni, è allarme. Anatre e altri animali vengono infatti azzannati dai cani, lasciati incustoditi senza guinzaglio e museruola. Due i casi registrati solo nell’ultima settimana e ora esplode la rabbia dei custodi dell’area verde. “Ora basta, non siamo più disposti a tollerare quello che sta succedendo agli orti della Bergamella”, dice Enrica Ferrario, la coordinatrice dei 104 ortisti del parco. A quanto pare, i cani si lanciano nel laghetto artificiale e azzannano anatre e anatroccoli senza essere richiamati dai loro proprietari.

Leggi anche –> Sassate contro anatroccoli, il Comune rimuove gli animali dal parco

Cosa accade nel Parco della Bergamella: la denuncia e le richieste

Accusa la Ferrario: “L’Amministrazione comunale e noi tutti volontari abbiamo impegnato tempo, passione e lavoro per creare quella che oggi è un’oasi naturale. Un lavoro così ben riuscito che ha richiamato tante specie di animali, dai fagiani agli aironi, dalle anatre ai germani, ma è una nicchia ecologica che va tutelata e difesa. Noi eravamo orgogliosi di consegnarla alla città, ma troppi cittadini hanno comportamenti incivili che distruggono il lavoro svolto con tanto impegno”.

La richiesta all’amministrazione è “di installare dei cartelli all’interno del parco della Bergamella che obblighino i cani al guinzaglio e il divieto di balneazione, pena una sanzione”. I casi sono davvero tanti e diversificati, come fa notare la portavoce degli ortisti.

Potrebbe anche interessarti –> Bracciano: pitbull sbranano a morte cagnolino. Grave anche un anziano

I casi registrati nel Parco della Bergamella: non solo anatroccoli

“Lasciano i cani senza guinzaglio, soprattutto cani di grossa taglia, che appena vedono degli animali si lanciano in acqua all’inseguimento”, osserva ancora Enrica Ferrario. E ricorda: “Le nidiate di anatroccoli sono state decimate”.

Il comportamento dei proprietari degli animali lascia davvero senza parole: “Quando richiamiamo i padroni dei cani ci rispondono con alzate di spalle, gestacci, parolacce, o, come l’altro giorno, che ci hanno liquidato dicendoci che il loro cane gioca e vuole solo fare amicizia… uccidendo gli altri animali?”.