Home Cronaca Appello sgombero canili a Roma: esemplari anziani caricati sui furgoni con la...

Appello sgombero canili a Roma: esemplari anziani caricati sui furgoni con la frusta

CONDIVIDI

canile roma

L’appello urgente è stato diramato dal profilo Facebook Bau Bau riguardo allo sgombero del rifugio comunale Ex Poverello di Vitinia a Roma, a via del Mare km 13.800, perché ritenuto non idoneo.

Il video condiviso mostra come i cani siano stati prelevati dal personale,probabilmente inesperto, di una ditta privata ignota. Esemplari anziani presi con la frusta e trascinati via con forza. Si tratta dell’elemento più mortificante denunciato dai volontari che hanno assistito alla scena senza poter proteggere i cani che da anni erano ospitati nel rifugio e senza intervenire per via della folta presenza di agenti della polizia.

Sconforto e tanta rabbia espressa da chi ha tentato di proteggere quei 19 anziani esemplari rimasti nella struttura. I responsabili del sito Baubau.eu hanno condiviso anche il video degli scontri con gli agenti: tra i presenti, una volontaria è stata trasferita al pronto soccorso.

Sono ore  concitate e adesso c’è il timore che a breve sia sgomberato, con le stesse modalità, anche il canile ExCinodromo di ponte Marconi. Uno sgombero annunciato la scorsa settimana per via traverse tramite fonti comunali.

Dai volontari si è appreso che i cani del rifugio ExPoverello sono stati trasferiti in una struttura privata, convenzionata con il Comune, Villa Andreaina, gestita  dal dott. Palladini che vieta l’accesso ai volontari e ai cittadini che, per adottare i cuccioli, devono prenotare un appuntamento e non possono entrare nella struttura.

Quella della gestione dei canili a Roma è una problema scaturito  dopo l’approvazione di un bando indetto sotto la giunta Marino, che assegnava la gestione ad una ditta che, in Puglia, si occupa di veri e propri canili lager, tra cui uno con 1200 cani a Bari. Ma non solo, la Mapir Srl avrebbe anche in gestione dei stabulari per animali da laboratorio per l’Università di Bari.

Secondo i volontari, i cani dell’ex Poverello potevano essere trasferiti al canile comunale Ex Cinodromo che per ora ospita solo una quarantina di esemplari e ha una capienza di 250.

Tuttavia, sembra che non ci sia la volontà del Comune, forse per favorire gestioni private.  Infatti, il  rifugio ex Cinodromo da ottobre continua ad essere portato avanti dall’associazione Impronta Onlus che ha proseguito il servizio senza ricevere aiuti economici dal Comune dopo l’approvazione del bando che ad ottobre dava la gestione alla ditta pugliese  Mapir.  Quest’ultima non è mai subentrata né i suoi referenti si sono resi reperibili.

Resta l’incognita del destino di questi poveri animali e soprattutto lo sdegno e la rabbia dei volontari che denunciano come il Comune abbia declinato l’offerta di Impronte Onlus che si era offerto di proseguire la gestione dell’Ex Cinodromo con una proposta economica in linea con i requisiti del bando comunale.

Dura nota di condanna dell’associazione Animalisti italiani onlus che ha dichiarato come “Decine e decine tra poliziotti, vigili, carabinieri, uomini del Ros (tutti dipendenti pubblici) mobilitati questa mattina per catturare ben 19 vecchi amici pelosi a quattro zampe”,sottolineando che “il commissario Tronca, il commissario di Roma con poteri di vita e di morte, ha partorito la soluzione peggiore: 19 creature da questo momento sono private dell’amore e del calore e dell’affetto che erano stati dati loro fino ad oggi. Vivranno in box freddi, gelidi: come il cuore del commissario Tronca che confonde macchine e cani”.

L’invito dei volontari è quello di seguire gli sviluppi per proteggere i cani del rifugio dell’ExCinodromo chiedendo a tutti quanti di essere pronti a difendere il canile in caso di sgombero. Tutti coloro che sono interessati possono restare informati tramite la pagina Facebook Bau Bau.

CANI PORTATI VIA CON LE FRUSTE

 

ECCO LO SGOMBERO

SGOMBERO AL EX POVERELLO MANI ADDOSSO AI VOLONTARI E OPERATORI

Pubblicato da BauBau Eu su Mercoledì 24 febbraio 2016