Home Cronaca Attesa finita: dopo un lungo iter, anche Lanciano ha il suo canile

Attesa finita: dopo un lungo iter, anche Lanciano ha il suo canile

CONDIVIDI

 

Un lungo e travagliato iter burocratico, partito nel 1999, ma alla fine anche Lanciano ha il suo canile sanitario, inaugurato nelle scorse ore. Il tutto grazie all’impegno messo in campo direttamente dal Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Pasquale Flacco. Tutto ha inizio una ventina di anni fa, quando venne firmato un accordo di programma che stabiliva i rispettivi impegni.

In pratica, a carico dell’Azienda sanitaria c’erano i costi di costruzione, pari a circa 400 milioni di lire, mentre il Comune avrebbe messo a disposizione il terreno e avrebbe realizzato la gara d’appalto. facendosi carico anche della gara d’appalto. Nel 2004, finalmente è pronta la struttura, che non è stata mai attivata a causa dell’evoluzione delle norme, sopraggiunta nel mentre.

Infatti, si erano resi necessari interventi di adeguamento che hanno richiesto alla Asl nuovi investimenti per circa 200 mila euro, a cui andava aggiunto l’acquisto delle attrezzature necessarie. Si è arrivati così all’altra mattina, quando è stata inaugurata a Villa Martelli la struttura pubblica destinata al primo ricovero e alla custodia temporanea di cani, gatti ed altri animali gestita dal Servizio Veterinario di Sanità Animale della Asl, diretta da Giovanni Di Paolo.

A quest’ultimo è spettato il compito di fare gli onori di casa, mentre alla cerimonia erano presenti anche Flacco, l’assessore regionale Silvio Paolucci, il direttore del Dipartimento Prevenzione Giuseppe Torzi, il sindaco di Lanciano Mario Pupillo, oltre a rappresentanti dell’amministrazione comunale e dell’Associazione “4 zampe Lanciano”.

Si tratta di una struttura destinata principalmente al ricovero di cani e gatti vaganti catturati, traumatizzati, maltrattati e all’isolamento ed osservazione di cani e gatti cosiddetti “morsicatori” per la profilassi della rabbia. Sarà inoltre possibile praticare all’interno della struttura la sterilizzazione chirurgica finalizzata al contrasto alla proliferazione delle popolazioni canine e feline. Il direttore sanitario è il dott. Ettore De Nobili.

Sarà presente anche un Pronto Soccorso Veterinario con turni di reperibilità continua nelle 24 ore, mentre tantissime sono le prestazioni delle quali si può usufruire, dal ricovero e la custodia temporanea dei cani alle prime cure degli animali catturati ed eventualmente feriti, passando per la garanzia di un adeguato smaltimento delle carcasse. Nel canile si possono anche effettuare operazioni di anagrafe, prelievi di laboratorio, accertamenti diagnostici, interventi chirurgici ed ortopedici di pronto soccorso urgenti.

Molto soddisfatto il commento dell’assessore Paolucci, che ha rilevato: “Recuperiamo un ritardo decennale, svolgendo un’attività a tutela della salute pubblica, per quanto attiene alla parte delle malattie trasmissibili all’uomo, e di quella animale. Questa struttura, collocata in posizione baricentrica nel territorio, è dotata di tutte le attrezzature diagnostiche e chirurgiche necessarie per svolgere un servizio adeguato ed efficiente”.

Quella del canile di Lanciano è una bella notizia, in mezzo a quelle che riguardano strutture totalmente illegali e altre dove vengono commessi decine di abusi.