Home Cronaca Botticelle a Roma: cavallo cade sui sampietrini. E’ di nuovo polemica

Botticelle a Roma: cavallo cade sui sampietrini. E’ di nuovo polemica

CONDIVIDI
@Getty images
@Getty images

Le botticelle ancora una volta nel mirino degli animalisti dopo che un cavallo, nella  giornata di domenica 12 giugno, all’altezza della centralissima piazza Venezia, è caduto sui sampietrini.

Stando a quanto si apprende, l’animale che trainava una carrozzella potrebbe essersi spaventato dal passaggio di un motorino e forse, a causa della pavimentazione bagnata, è scivolato, cadendo sulla strada. Tanta paura per il vetturino e i testimoni che hanno prestato soccorso al cavallo che fortunatamente, si è rialzato.

Anche se le condizioni di salute dell’animale non hanno destato preoccupazioni dopo gli accertamenti, il caso ha nuovamente acceso i riflettori sul tema dei cavalli impiegati per le carrozzelle a Roma, sottoposti al traffico, all’inquinamento delle automobili e ad un tipo di terreno, ovvero l’asfalto e i sampietrini, pericolosi per gli arti.

In prima linea, Mauro Cioffari, capogruppo di Sel al I Municipio e candidato capolista di Sinistra x Roma, ha subito commentato la notizia, ricordando l’impegno dei candidati Sindaci a superare il tema della botticelle.

Le associazioni Animalisti Italiani, Avccp, Enpa, Lav e Oipa avevano chiesto non solo l’abolizione delle carrozzelle ma anche la riconversione delle licenze dei vetturini.

Non a caso Cioffari ha rinnovato l’appello affinché la prossima giunta rispetti le promesse:

  • deliberando la decadenza delle attuali licenze,
  • ricollocando professionalmente gli operatori proponendo loro occupazioni alternative,
  • deliberare l’acquisto dei cavalli non più utilizzati per la trazione
  • il trasferimento dei cavalli presso i ricoveri esistenti nelle Aziende Agricole Comunali e/o del Corpo Forestale dello Stato.

“Roma sia davvero Capitale del cambiamento e delle civiltà”, ha concluso Cioffari.

Dello stesso avviso anche Stefano Pedica, senatore Pd, il quale ha sottolineato che “il problema delle botticelle va risolto. Non si puo’ continuare a far circolare le carrozze trainate dai cavalli in mezzo alle auto e ai motorini. E’ ora di mandarle in pensione, ricollocando i vetturini”.

La polemica è esplosa sui social, a suon di cinguettii su Twitter, per cui lo stesso presidente della Lav, Gianluca Felicetti ha twittato: “Vergogna a Roma. Stramazza cavallo botticella @virginiaraggi @bobogiac impegnati ad abolirle c’è ns delibera popolare”.

Le associazione animaliste, nel corso della campagna, avevano invitato i candidati a sindaco ad impegnarsi in:

1. Riportare a nuova vita l’Ufficio comunale Diritti Animali.
2. Abolizione delle botticelle.
3. Dismissione del Bioparco e stop alla realizzazione dell’Acquario dell’Eur recuperando il progetto di “acquario virtuale”.
4. Potenziamento dei canili comunali e chiusura delle convenzioni con canili privati.
5. Varo del Regolamento comunale del verde urbano, che prevede più biodiversità e gestione delle specie animali problematiche con azioni di prevenzione incruenta.