Home Cronaca Bracciano: pitbull sbranano a morte cagnolino. Grave anche un anziano

Bracciano: pitbull sbranano a morte cagnolino. Grave anche un anziano

CONDIVIDI
Pitbull (Pixabay)

Ancora dei pitbull che si rendono protagonisti di un’aggressione, stavolta ai danni di un cagnolino per il quale non c’è stato scampo. E’ successo nelle scorse ore all’esterno di un supermercato di Bracciano. I pitbull erano in tre: hanno sbranato a morte il cagnolino e quanto il proprietario del meticcio è intervenuto ha rischiato grosso anche lui. Infatti, l’uomo – un anziano di 79 anni – si è ritrovato senza la falange di un dito. In base a quanto hanno ricostruito finora i carabinieri, il pitbull più grande era stato legato con il collare alla recinzione e gli altri due a lui.

Tutti e tre i pitbull, spiegano i militari dell’Arma accorsi sul posto, erano tutti senza museruola. Il meticcio è sceso dalla macchina del 79enne ed è stato sbranato. A quel punto, l’anziano ha provato a tirarlo via e a difenderlo, ma è stato ferito al dito. Portato al pronto soccorso, l’uomo è stato giudicato guaribile in 40 giorni. Nel frattempo, è stato identificato il proprietario dei pitbull. Si tratta di un uomo di 34 anni che abita nella zona del supermercato. Questi è stato denunciato dai carabinieri della compagnia di Bracciano per omessa custodia animali e lesioni colpose.

Il dibattito dopo la morte di Victoria

I pitbull sono considerati una razza pericolosa e spesso si verificano molte polemiche, in particolare sulla loro custodia. Il caso della piccola Victoria, la bambina di Flero sbranata dai cani di famiglia, ha riaperto il dibattito. Su che comportamenti tenere quando si possiedono queste razze di cani e soprattutto su come evitare episodi di attacchi nei confronti di più piccoli ne abbiamo parlato di recente.

Pitbull coinvolti in recenti tragedie

Peraltro, proprio nelle stesse ore in cui si consumava la tragedia della piccola Victoria, emergeva il caso di un’altra aggressione da parte di un pitbull, stavolta avvenuta a Milano, in piazza Cadorna, vittima un clochard 40enne di origine marocchina. A lasciargli il cane in custodia era stato un 36enne italiano senza fissa dimora. In base a quanto ricostruito, la vittima avrebbe tolto la museruola al cane per dargli da mangiare. Questi sembrava aver gradito, poi il dramma.

Polemiche sulla compagnia assicurativa

E a proposito di aggressioni di questi animali, tante sono state le polemiche nei confronti di una compagnia assicurativa. La vicenda risale a marzo 2016, ma solo di recente l’assicurazione si è espressa in merito. Stavano giocando tra loro quando è successo il fattaccio: per questo l’assicurazione non risarcirà il proprietario di una bassottina, aggredita da un pitbull.

GM