Home Cronaca Buddy, la nuova vita della scimmia ‘detenuta’ in una casa in Sicilia

Buddy, la nuova vita della scimmia ‘detenuta’ in una casa in Sicilia

CONDIVIDI

La storia di Buddy, la scimmia ‘detenuta’ in una casa in Sicilia: la nuova vita della bertuccia, affidata a un progetto internazionale di recupero.

buddy
(screenshot video)

Ha avuto un lieto fine la vicenda di Buddy, la bertuccia vissuta per anni in una casa in Sicilia e ora recuperata e affidata al Centro di Recupero CRASE di Semproniano, in Toscana. Il recupero della scimmia è legato al progetto internazionale Born to be wild, che anche in Italia, in questi mesi, sta dando i suoi frutti. A tal proposito, vi ricordiamo un caso analogo avvenuto ad Andria. A dicembre scorso, il tg satirico di Canale 5 ‘Striscia la notizia’ si è occupato di un grave episodio avvenuto ad Andria, che riguardava una bertuccia detenuta in maniera illegale. Il popolare programma è stato dietro alla vicenda, fino al momento del recupero della scimmia, ribattezzata Lucy, affidata proprio al programma ‘Born to be wild‘ per il recupero degli animali selvatici maltrattati.

Buddy e il ritorno a una vita ‘normale’

La vicenda di Buddy per l’appunto non è dissimile, anche se ancora sono molti i punti da chiarire: l’animale è stato trovato dai Carabinieri Forestali del nucleo CITES. Era in un possesso di una persona che lo deteneva nel suo appartamento, rinchiuso in una gabbia di piccole dimensioni. Il sequestro della bertuccia è avvenuto diverso tempo fa e l’animale è stato portato presso una struttura all’interno del parco di Villa D’Orleans, a Palermo, dove è rimasta per circa 4 anni. Infine, la scelta di inserirlo in Born to be wild.

Buddy così segue nel destino sia Lucy che un’altra bertuccia riportata in un ambiente più naturale, Rocket. La Lega Antivivisezione ha spiegato che ora la bertuccia “potrà finalmente vivere in semilibertà, godere di ampi spazi e iniziare la socializzazione con i suoi simili”. Il progetto Born to be wild è portato avanti dalla Lav in collaborazione con le associazioni AAP e IFAW, sue partners nell’importante iniziativa.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI