Home Cronaca Kim, il cane disperso fra i boschi salvato dai Carabinieri

Kim, il cane disperso fra i boschi salvato dai Carabinieri

CONDIVIDI

Un cane disperso nel bosco che viene ritrovato grazie all’intervento dei Carabinieri. Si sentono spesso storie strazianti relative agli animali. Maltrattati, bullizzati senza motivi validi, dimenticati e spesso feriti o peggio ancora. Ogni tanto fa piacere invece sapere di un evento di cronaca a lieto fine, specialmente quando si tratta di un cane disperso, caso frequentissimo e non sempre dal finale positivo. Il protagonista di questa storia si chiama Kim, è un Border Collie che vive a Subiaco e che si era perso in una zona di boscaglia. Ora Kim è di nuovo fra noi, è felice e probabilmente ci penserà due volte prima di inoltrarsi in zone da cui è difficile tornare a casa.

Kim, il cane disperso ritrovato dai Carabinieri di Subiaco

Attenzione, c’è un cane disperso! I Carabinieri della Stazione di Subiaco non avevano ancora avuto una segnalazione per questo cucciolone che aveva perso la strada di casa, ma l’hanno scoperto da soli. Secondo quanto riporta ‘Il Gazzettino’, infatti, durante un servizio perlustrativo eseguito in località Maggesi i CC avevano udito dei guaiti provenire da una zona di fitta vegetazione. Lì, in mezzo agli alberi, c’era un cane disperso e disperato, che fin da subito era apparso denutrito e in precarie condizioni di salute. Quel cane era Kim, che aveva bisogno d’aiuto e per fortuna è stato salvato. I militari hanno preso Kim e dopo avergli prestato i primi soccorsi hanno atteso l’arrivo dei veterinari. Il border collie è risultato regolarmente registrato all’anagrafe canina regionale e munito di microchip. Il proprietario era preoccupatissimo per la sua scomparsa e la chiamata dei Carabinieri è stata una vera e propria liberazione. Pensate, Kim aveva percorso oltre 5 km: l’uomo aveva denunciato la sua scomparsa nel Comune di Arcinazzo Romano. Ma per fortuna tutto è bene ciò che finisce bene e il cane disperso ha ritrovato il suo padrone. Chi era presente può giurarci: resistere alla commozione nel momento dell’incontro fra i due amici è stato davvero difficile.