Home Cronaca Cane scappa e finisce sulla sopraelevata a Genova: i momenti del suo...

Cane scappa e finisce sulla sopraelevata a Genova: i momenti del suo salvataggio

CONDIVIDI

cane-autostrada

Momenti di panico a Genova, dove lo scorso 1°dicembre, nel tardo pomeriggio, un cane è sfuggito al controllo della proprietà, durante una passeggiata al centro della città e finendo sulla sopraelevata. L’animale, evidentemente impaurito, ha iniziato a correre lungo le corsie trafficate. Fortunatamente, alcuni automobilisti che hanno notato il cane, hanno subito chiamato la polizia municipale per segnalare il pericolo.

Immediato l’intervento delle autorità predisposte. Per recuperare il cane, la municipale ha chiuso un tratto stradale, le corsie in direzione di ponente, per l’incolumità delle auto e dell’animale,  scortando l’esemplare con le motociclette, fino a quando non è stato recuperato.

Il cane è stato fatto uscire all’altezza di una strada, via delle Casaccie, dove è stato intercettato da una pattuglia e la Croce Gialla. Fortunatamente, il cane, sebbene impaurito, era illeso ed è stato riconsegnato dalla proprietaria, probabilmente altrettanto spaventata.

Ci sono molti casi di cani salvati su strade a percorrenza veloce. Gesti con i quali si contribuisce a salvare animali in pericolo e che spaventati rischiano di finire sotto un’automobile e provocare anche incidenti mortali. Molte immagini di cani salvati lungo le strade sono diventate famose, come ad esempio, quella di un poliziotto che a Napoli, restò al fianco di un cane da caccia, appena investito, per tranquillizzarlo, in attesa dei soccorsi. Un gesto di umanità e di rispetto per questi poveri animali.
Purtroppo non è sempre a lieto fine per loro e per chi a volte cerca di salvarli, come accaduto ad una giovane mamma di Macerata che aveva appeno adottato un cane per la figlia. L’animale che era stato appena preso dal canile, scappò al controllo della donna finendo lungo la carreggiata. La giovane mamma per recuperarlo fu investita.

Per vedere il filmato clicca qui