Home Cronaca Cane ucciso con veleno per topi e gettato nell’Arno

Cane ucciso con veleno per topi e gettato nell’Arno

CONDIVIDI

L’ennesimo caso di violenza su gli animali,  è stato trovato un cane, un Bull dog Inglese di 3 anni  privo di vita nell’Arno.

Bull Dog Inglese

Firenze, un signore stava passeggiando tranquillamente sulla riva dell’Arno , quando ha notato un qualcosa di marrone che galleggiava sul fiume , incuriosito con un bastone ha tirato verso la riva l’oggetto che lo aveva tanto incuriosito.

Quello che inizialmente sembrava un oggetto era in realtà la carcassa di un essere vivente, un Bull dog Inglese, l’uomo inorridito ha contattato immediatamente le guardie zoofile del gruppo ENPA per procedere con il recupero del cadavere.

Le guardie zoofile hanno recuperato la carcassa ed hanno subito aperto un’inchiesta sulla motivazione della morte prematura dell’animale.

Secondo i primi accertamenti sembra che le guardie zoofile abbiano rintracciato il proprietario del cane che però ha dichiarato di essere estraneo ai fatti in quanto l’anno precedente aveva ceduto il cane ad una  amico di nazionalità egiziana.

potrebbe interessarti anche—>Cucciolo gettato in un burrone: è ora di farla finita con la violenza sugli animali

Le autorità hanno rintracciato anche il signore Egiziano che risiede a Firenze, sfortunatamente l’uomo ha dichiarato come verso la fine di gennaio 2019 mentre passeggiava all’interno dell’area riservata ai cani del parco dell’Anconella situato nella zona est di Firenze due individui dall’accento romano si siano avvicinati a lui per chiedere indicazioni e di come dopo la sua distrazione durata pochi minuti non abbia più ritrovato il suo bulldog inglese.

Risulta infatti che l’uomo si sia recato immediatamente presso il comando della polizia municipale a denunciare la scomparsa del cane, postando anche vari annunci sulle pagine Facebook dedicate per ritrovare il cane, ma sfortunatamente non aveva ricevuto notizia alcuna.

Bull Dog Inglese trovato morto sulla riva dell’Arno a Firenze

Il cadavere del cane è stato esaminato ed è stato effettuato un esame tossicologico dal quale è risultato che il cane era stato avvelenato con una sostanza altamente tossica, un  ratticida.

Dell’omicidio del cane  probabilmente con bocconi avvelenati  sono state informate le autorità giudiziarie, in questo momento sono in corso le indagini per determinare quale sia stato il motivo dell’appropriazione del cane.

L’ipotesi più accreditata al momento è quella della appropriazione indebita  a scopo riproduttivo per poi lucrare sui cuccioli, il bull dog inglese era infatti una femminuccia di 3 anni.

Molto probabilmente però quando i rapitori si sono resi conto che la Bull dog inglese era stata sottoposta alla  sterilizzazione, reputandola inutile ai loro loschi scopi se ne sono liberati in maniera deplorevole.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>Cani di strada presi a bastonate: ennesimo caso di violenza sugli animali

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.