Home Cronaca Cani in esubero al canile di Imola: assessore al Bilancio chiede che...

Cani in esubero al canile di Imola: assessore al Bilancio chiede che siano abbattuti

CONDIVIDI

 

Cane_canile

E’ polemica a Imola dopo che l’assessore al bilancio Antonio De Marco durante l’ultima seduta del consiglio comunale ha avanzato la proposta che i cani in esubero al canile fossero abbattuti.

Nell’ambito del consiglio comunale si stava discutendo di una proposta del M5S per supportare con un contributo economico, per alleviare l’impegno del canile, coloro che adotteranno un cane.

La dichiarazione dell’assessore, alquanto fuori luogo ha sollevato non poche polemiche a minacce di denunce alla magistratura, costringendo il sindaco Daniele Manca ad intervenire commentando che “si è trattato di una battuta poco felice ma certamente è impensabile che le scarse risorse possano essere dirottate su chi adotta un cane del canile quando invece ci troviamo ogni giorno a fronteggiare i casi di famiglie bisognose di assistenza o già gravate da diversi oneri. Quindi a far scattare le parole di De Marco è stata la reazione di chi pensa prima di tutto alle persone”.

L’assessore ha poi sottolineato che per lui non era il caso di concedere quel tipo di agevolazioni quando invece era costretto ad aumentare la Tari ad una famiglia che accresceva la prole.

Sul blog del Beppegrillo è intervenuto con una nota il consigliere delM5S ad Imola, Daniele Baraccani, il quale sottolinea che “l’assessore De Marco non sa che la legge Quadro 281/91 vieta la soppressione degli animali randagi o vaganti; obbliga i proprietari al loro riconoscimento ed i Comuni al loro ricovero e mantenimento”. In tal senso, Baraccani ha annunciato che il M5S chiederà le dimissioni di De Marco.