Home Cronaca Cerca i suoi cani e si perde nel bosco: ore d’ansia per...

Cerca i suoi cani e si perde nel bosco: ore d’ansia per un 30enne

CONDIVIDI
(SERGEY SHAKHIDJANIAN/AFP/Getty Images)

Molta preoccupazione per un trentenne di Ceccano, che ieri pomeriggio, intorno alle 14, era uscito alla ricerca dei suoi cani, ma si è perso nel bosco. A quel punto, ha fatto partire una telefonata d’emergenza ai vigili del fuoco, i quali sono così dovuti intervenire un elicottero. L’episodio è avvenuto in una zona impervia in località Fontana del Gatto, nel Parco del Siserno, dove il trentenne si trovava a passeggio coi suoi cani quando si è reso conto che questi si erano allontanati troppo.

Ha provato a cercarli, ma poi si è reso conto di essersi perso a sua volta, avendo smarrito la via del ritorno. Così ha allertato i vigili del fuoco, i quali hanno individuato la cella e trovato la posizione dell’uomo. In ogni caso, considerando la zona impervia in cui si trovava, hanno ritenuto necessario far alzare in volo un elicottero e in questo modo recuperare il disperso con il verricello. Anche i cani sono stati recuperati.

Qualche settimana fa una giovane donna è stata costretta suo malgrado a dover vivere quello che di certo è il peggiore incubo per una mamma: l’improvvisa sparizione del figlio. Infatti il suo bambino da un momento all’altro non c’era più. Il fatto si è verificato a Caldana, una frazione di Cocquio Trevisago, in provincia di Varese.

L’abitazione dove è accaduto il tutto si trova a ridosso di un bosco, e stando a quanto ricostruito dalla polizia locale, il piccolo di 3 anni si sarebbe allontanato per seguire un cane scorto in strada, per poi non riuscire più a trovare la strada del ritorno verso casa.

La madre non si è accorta di nulla, ma appena ha notato l’assenza del figlio ha allertato immediatamente i vicini e le forze dell’ordine. La polizia del Verbano è accorsa con due pattuglie e diversi gruppi di ricerca sono stati allestiti per perlustrare soprattutto il bosco limitrofo, che è proprio dove il bimbo è stato ritrovato, impaurito e piangente ma in buone condizioni.

Anche in quel caso, fortunatamente la disavventura non è durata a lungo, appena un’ora, e si è risolta nel migliore dei modi grazie alle elevatissime competenze dei professionisti coinvolti nelle ricerche.