Home Cronaca Cercava cani per fare sesso: arriva la denuncia di Aidaa. Attivo numero...

Cercava cani per fare sesso: arriva la denuncia di Aidaa. Attivo numero per abusi sessuali sugli animali

CONDIVIDI
per facebook

 

Una notizia rimbalzata sulla cronaca, dopo una segnalazione da parte dell’Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa). Secondo le indiscrezioni che erano trapelate, il presidente Aidaa, Lorenzo Croce aveva riferito di aver ricevuto la segnalazione di un uomo di Torino sui sessant’anni che si faceva aiutare anche dalla figlia, nella ricerca di cani di grossa taglia da adottare per abusare di loro sessualmente.

All’indomani della segnalazione, da parte di una fonte valida, Aidaa dopo aver effettuato delle verifiche ha presentato una denuncia formale nei riguardi del torinese, in modo che siano condotte le dovute indagine da parte delle autorità preposte e ci sarebbero diversi elementi utili da ritenere come prove attendibili. Lo stesso Croce in un video denuncia, condiviso sui social, ha annunciato di aver presentato la denuncia per “abuso sessuale sugli animali e soppressione dei cani, riferibile all’articolo 544 ovvero sul maltrattamento di animali”, esprimendo la propria preoccupazione per il sistema creato dal torinese e per i cani scomparsi dopo gli abusi.

Il tema del sesso sugli animali è sempre stato al centro dell’attenzione di alcune campagne di Aidaa, che proprio lo scorso aprile aveva invitato la pronodiva Malena a fare da testimonial contro la zooerastia.

Per contrastare questo fenomeno in crescita negli ultimi anni anche nel belpaese, per cui lo stesso Croce ricorda che si tratta di una pratica alla quale ricorrono anche molti vip, Aidaa ha attivato il “Telefono Viola” contro l’abuso sessuale sugli animali.

A partire da domenica 11 giugno sarà possibile segnalare l’abuso sessuale sugli animali con una semplice chiamata dalle ore 10 alle ore 15 al numero 3511804615 di AIDAA (costo in base al piano tariffario del proprio operatore verso i cellulari).

Le segnalazioni, sottolinea in una nota l’associazione, saranno poi verificate.

“Dopo gli ultimi casi denunciati di sesso con animali abbiamo deciso di riattivare il servizio del telefono viola dedicato proprio a queste segnalazioni per stroncare questa schifezza che pare stia sempre prendendo sempre più piede anche tra i vip”, ha concluso Croce che chiede al Parlamento Ue e al Governo italiano che vietino il sesso con gli animali e che diventi una priorità in modo da contenere il fenomeno molto presente anche in rete.