Home Cronaca Coronavirus, tutti i servizi per la cura degli animali quando il padrone...

Coronavirus, tutti i servizi per la cura degli animali quando il padrone è malato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:40
CONDIVIDI

Coronavirus: i servizi che gestiscono gli animali con i padroni malati o in quarantena

gestione animali coronavirus
Cane in casa

Le restrizioni introdotte dal Governo italiano per contenere la diffusione del Coronavirus hanno comportato una radicale riorganizzazione della vita quotidiana. Impossibile uscire di casa senza una giusta motivazione. Per i proprietari di animali è possibile portare fuori il cane, andare dal veterinario solo in caso di stretta urgenza, di uscire per acquistare l’alimentazione oppure per andare a occuparsi dei propri animali custoditi in un terreno.

Tuttavia, il caos della situazione ha fatto emergere alcune problematiche come l’abbandono degli animali perché inizialmente ritenuti potenziali veicoli di trasmissione del virus, poi smentito. Come pure l’aumento di adozioni nei canili perché molte persone si sono sentite sole a casa. Tanto che le stesse associazioni hanno lanciato un monito chiedendosi che fine faranno questi animali una volta finita l’emergenza. Numerose le iniziative promosse come il prestito dei cani a persone anziane, mentre i proprietari sono in quarantena o in ospedale. Iniziativa dalla duplice finalità: il sostegno ai malati e un contributo per combattere la solitudine delle persone anziane.

Tuttavia, fin da primi giorni, le organizzazioni animaliste avevano evidenziato alcune criticità domandandosi chi si sarebbe preso cura degli animali delle persone ricoverate in ospedale o in quarantena a domicilio.

Iniziative a sostegno dei proprietari di animali in quarantena

Enpa- Ente Nazionale Protezione Animali, LAV- Lega Antivivisezione e LNDC- Lega Nazionale per la Difese del Cane hanno attivato un servizio lungo tutta la penisola in collaborazione con Protezione Civile e forze dell’ordine per assistere i proprietari di animali che non possono uscire di casa perché in quarantena oppure in ospedale. Il servizio condotto dai volontari prevedere la consegna di alimenti, portare fuori l’animale oppure in caso d’emergenza portarlo dal veterinario. Collegandosi ai siti delle associazioni è possibile informarsi sul servizio e trovare i recapiti utili da contattare.

A questo si aggiungono la bellissima iniziativa promossa dal Comune della Val di Susa in collaborazione alla Pubblica Assistenza locale, al Gruppo Comune di Protezione civile e alle associazioni di protezione degli animali che prevede di assistere le persone con animali. Il progetto BauCovid intende contrastare l’abbandono di animali provvedendo alle sue necessità qualora il proprietario è impossibilitato.

“Ancora di più, in questi momenti, sarebbe veramente traumatico e ingiusto portar un cittadino solo, o malato, o peggio ancora sottoposto a quarantena, a doversi privare della compagnia ed affetto del proprio cane e nello stesso tempo destinare all’abbandono il cane stesso. Anche questo aspetto è doveroso di attenzione e ringrazio le nostre associazioni di volontariato di Sauze d’Oulx che anche in questa occasione hanno aderito immediatamente e senza indugio a questa mia richiesta”, ha dichiarato il sindaco, Mauro Meneguzzi.

A Milano invece è stato promossa la consegna gratuita a domicilio di generi di prima necessità e prodotti per la cura degli animali. L’iniziativa “Mai solo, se resti a casa” è stata lanciata a Milano dall’Associazione Energie Sociali Jesurum per aiutare gli over 65 nella gestione dei loro animali di compagnia durante l’emergenza Coronavirus si avvale anche della collaborazione di Coop Lombardia. Previsto anche un gratuito di dog sitting svolto da una rete di esperti dog sitter che si occuperà di portare fuori i cani degli over 65.

“Diamo tutto il nostro supporto a questa importante iniziativa che mette in campo le energie del terzo settore, del volontariato e di attori privati per aiutare i nostri concittadini over 65 più in difficoltà”, hanno commentato gli assessori comunali Gabriele Rabaiotti alle Politiche sociali e Roberta Guaineri per le Politiche per la tutela e la difesa degli animali.

 

Speciale Coronavirus:

C.D.