Home Cronaca Cuccioli abbandonati nei cassonetti: inizia la stagione più crudele

Cuccioli abbandonati nei cassonetti: inizia la stagione più crudele

CONDIVIDI

Li hanno abbandonati nei cassonetti dei rifiuti, sbarazzandosene come meri oggetti e condannandoli ad una morte atroce, nei pressi di una scuola a Camaro, una contrada in provincia di Messina.

I lamenti di due teneri cuccioli sono stati sentiti da due giovani studentesse che si sono avvicinate al cassonetto e non hanno esitato a mettere mano ai rifiuti per scoprire da dove provenissero i piccoli e flebili guaiti. Legato al cassonetto vi era un altro esemplare, un cane corso, adulto che all’arrivo dei soccorsi, terrorizzato è riuscito a scappare e a far perdere le sue tracce.

I due cuccioli meticci di circa un mese sono stati invece recuperati e trasferiti presso una clinica veterinaria per un controllo e dove sono ora in stallo in attesa di un’adozione.

Torna come ogni anno, puntuale, il periodo degli abbandoni delle cucciolate nate a marzo e nei luoghi più emarginati, come le campagne o i contesti rurali e periferici nelle grandi città questo tipo di abbandono è all’ordine del giorno, come emerge da un altro caso, registrato a Poggio Mirteto, dove alcuni cittadini hanno trovato una cuccia con all’interno ben otto cuccioli di circa un mese. Qualche testimone ha riferito di aver visto un’automobile bianca fermarsi in quel punto e poi scappare via di corsa.

Un fenomeno purtroppo difficile da sradicare tanto che la stessa Aidaa aveva sottolineato che nel 2016 erano proprio aumentati gli abbandoni di cucciolate, spesso legati a vecchie tradizioni e a mentalità che non prendono in considerazione l’ipotesi della sterilizzazione nonostante le associazioni animaliste in collaborazione con le Asl locali, promuovano campagne di sterilizzazione a costi ridotti, in modo da ridurre gli abbandoni delle cucciolate quando in realtà non vengono uccise. Perché purtroppo, c’è ancora chi per liberarsi di queste piccole creature diventate scomode, non si fa problemi ad eliminarle alla nascita, anche davanti agli occhi delle madri, infliggendo un dolore che di sicuro resta impresso nell’animale.

Cuccioli abbandonati vicino Roma