Home Cronaca Cuccioli maltrattati: denunciate due persone di Barletta

Cuccioli maltrattati: denunciate due persone di Barletta

CONDIVIDI
(Pixabay)

Ancora barlettani che finiscono nei guai per quanto hanno commesso nei confronti di alcuni animali. Nelle scorse settimane, infatti, da Barletta arrivava l’ennesima denuncia di bocconi avvelenati. Ora, un uomo e una donna entrambi residenti a Barletta, rispettivamente di 49 anni e 54 anni, sono stati denunciati per maltrattamento di animali. L’accusa per loro è quella di aver trasportato illecitamente cuccioli di cane di varie razze a bordo della loro auto.

I due erano partiti da Andria e sono stati intercettati e fermati nei pressi di Cesena da una pattuglia della Sottosezione autostradale in servizio di vigilanza. I due erano sull’autostrada A14, fermi nell’Area di Servizio Rubicone Est. Quando i poliziotti hanno aperto la Nissan Qashqai, hanno scoperto 23 cuccioli di cane, dei quali soltanto tre dotati del regolare microchip. Le condizioni igienico sanitarie dei cani erano terribili: i trasporti erano del tutto inadeguati, col fondo intriso di feci e liquami. A quel punto, è stato allertato il personale veterinario dell’ASL Romagna – Forlì, il quale – accertate le condizioni dei cuccioli – ha autorizzato il sequestro e l’affido al canile di Cesena.

Cuccioli maltrattati: i carabinieri forestali intervengono a Verona

Nei giorni scorsi, i Carabinieri Forestali di Verona hanno denunciato i titolari dell’allevamento di cani di razza “I Tesori dell’Antica Rocca”, che si trova a Nogarole Rocca, nel veronese. Le accuse sono di detenzione in condizioni incompatibili di oltre 180 cani di razze varie. I cani sequestrati sono Maltesi, Chihuahua, Shitzu, Barboncini. I poveri animali erano tenuti stipati dentro box, cassonetti per la frutta e addirittura in alcuni acquari, al freddo.

Maltrattati e importati illegalmente: sequestro di cuccioli

Qualche tempo fa, sono stati sequestrati 16 cuccioli importati illegalmente in Italia che viaggiavano stipati nei trasportini: la denuncia arriva dall’associazione Fare Ambiente coordinata da Antonio Colonna. Si tratta di cuccioli di maltese, chihuahua, bulldog francesi e inglesi, barboncini e volpini. Il sequestro degli animali – importati illegalmente dall’Est Europa – è avvenuto a Valmontone, in provincia di Roma. Dopo la segnalazione di Fare Ambiente, si è reso necessario l’intervento dei carabinieri della Stazione di Valmontone comandata dal maggiore Pietro Panei. Ma la pratica di importare o esportare cuccioli, coi relativi maltrattamenti che sono costretti a subire, è difficile da debellare: quanto avvenuto a Barletta ne è la testimonianza.

GM