Home Cronaca Cucciolo chiuso in una borsa e abbandonato tra i cassonetti della spazzatura

Cucciolo chiuso in una borsa e abbandonato tra i cassonetti della spazzatura

CONDIVIDI

canemeticcio

Triste ritrovamento a San Giorgio del Sannio in provincia di Benevento dove i volontari della Lega Nazionale per la difesa del Cane (Lndc) sono intervenuti per salvare una cagnolina abbandonata in una borsa sportiva, lasciata nei pressi di un cassonetto della spazzature.

La meticcia, lupoide, è stata avvistata da un passante che si è accorto di qualcosa che si muoveva dentro al sacco, chiuso. Aprendo la borsa, tra gli indumenti sporchi, è apparso il cucciolo terrorizzato.

Immediato l’intervento di un volontario animalista che ha recuperato la cagnolina chiamata Chris.

“Era letteralmente ricoperta di zecche e pulci. Probabilmente è stata proprio l’infestazione dei parassiti a determinare la sua sorte. Penso si tratti del cane di qualche cascina dove c’è del bestiame che le ha passato i parassiti e che i suoi proprietari, invece di curarla, abbiano scelleratamente preferito disfarsene”, ha commentato  Geltrude Fucci, presidente di Lndc di San Giorgio del Sannio.

La cucciola futura taglia medio grande è stata sottoposta ad un trattamento antiparassitario e alla profilassi per bloccare un’eventuale ehrlichiosi. Dagli esami clinici risulta sane e sembra avere un carattere molto dolce e affettuoso. Infatti, i volontari hanno raccontato che ha subito mostrato riconoscenza alle persone che si sono occupate di lei, scodinzolando e leccando le mani a tutti.

Una condanna a morte sventata da chi porta attenzione ai più indifesi. Adesso, l’appello dei volontari è che qualcuno si prenda cura di lei e la adotti. Il cane ha circa 3-4 mesi e aspetta solo di essere amata!

Per le adozioni, la Lndc ha messo a disposizione una mail che vi riportiamo: geltrude.fucci@alice.it