Home Cronaca Cucciolo trovato appeso a un albero nella Marsica: ha bisogno di una...

Cucciolo trovato appeso a un albero nella Marsica: ha bisogno di una ‘mamma’

CONDIVIDI

Un cucciolo di pastore abruzzese trovato abbandonato in un sacco appeso a un albero nella Marsica: ha bisogno di una ‘mamma’.

Cucciolo trovato appeso a un albero nella Marsica: ha bisogno di una 'mamma'
(Facebook)

Ancora la denuncia di un grave caso di abbandono che arriva stavolta dalla Marsica: purtroppo in queste settimane non si contano i casi eclatanti di poveri cuccioli abbandonati al loro destino, da Nardò, in provincia di Lecce, a Ossaia di Cortona, in provincia di Arezzo. In quest’ultimo caso, è intervenuto addirittura il cantante Jovanotti con la moglie Francesca. Si tratta di un contribuito importante, per non abbassare la guardia rispetto a questi spregevoli episodi.

Leggi anche –> Donna arrestata: abbandonava alcuni cuccioli, in casa l’orrore

Quello che ora viene denunciato dall’associazione Zampa Amica Onlus di Avezzano, provincia de L’Aquila, è sconcertante. La domanda è come si possa essere così senza cuore da abbandonare un animale indifeso in quel modo. Il cucciolo, probabilmente un pastore abruzzese femmina, è stato ritrovato in una busta appena ad un albero nei pressi di Aielli, nella Marsica, per fortuna ancora vivo. Ma adesso ha bisogno di una ‘mamma’ che lo allatti, come spiega l’associazione in un appello che viene fatto girare in queste ore in Rete.

Queste le parole dell’onlus nel post pubblicato su Facebook per denunciare l’accaduto: “Hanno buttato questo cucciolo di pochi giorni in una busta chiusa e lo hanno appeso a un albero, ad Aielli. Una guardia ecozoofila passeggiando per controllare la zona lo ha trovato sentendolo piangere, ma abbiamo bisogno di qualcuno con una cagnolina che abbia latte oppure qualcuno che possa allattare ogni 3/4 ore! È piccolissimo… vi prego aiutateci condividendo questo appello. Sicuramente è un pastore abruzzese, una femminuccia, e speriamo che superi la notte. L’essere umano si riconferma spregevole per la milionesima volta… invece di diventare assassini, sterilizzare!”. In Rete sono decine i commenti e centinaia le condivisioni dell’appello lanciato dalla Onlus.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI