Home Cronaca Picchiata sul tram per aver difeso un cucciolo maltratto dal padrone

Picchiata sul tram per aver difeso un cucciolo maltratto dal padrone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:18
CONDIVIDI

Difende un cucciolo dai maltrattamenti del padrone e viene picchiata e buttata fuori dal tram

difende cucciolo

La violenza attira la violenza. Un uomo maltratta il proprio cucciolo di cane sul tram, una donna difende il cucciolo e viene aggredita a sua volta.

E’ quanto accaduto nella civilissima Palermo, sulla linea del Tram della Linea 2.

“Si trovava sul tram quando ha notato un uomo che sbatteva violentemente per terra un cucciolo di cane che aveva con sé”, racconta la cugina della vittima, interpellata da LiveSicilia.

La donna era andata a difendere il cucciolo, chiedendo al proprietario di consegnarle il cucciolo “piuttosto che fargli del male”.

L’uomo sarebbe rimasto indifferente alle richieste della donna, ha proseguito a prendersela con il cucciolo. Infine, accecato dalla rabbia, ha sferzato un calcio all’addome della donna, fino a buttarla giù dal tram alla fermata.

Nel frattempo, era stata avvisata la polizia. Purtroppo, l’uomo sarebbe riuscito a scappare prima dell’arrivo delle forze dell’ordine che non sono riuscite ad individuarlo.

La donna è stata invece trasferito al pronto soccorso per le ferite riportate.

Violenza sugli animali e pericolosità sociale

Quello che rende ancor più sconcertante questo episodio di violenza è che “nessuno a bordo è intervenuto per difendere lei o il cane, tutti fermi a guardare. Soltanto una ragazza di colore l’ha aiutata dopo l’aggressione e per la descrizione alle forze dell’ordine”.

“Eppure voleva soltanto mettere al sicuro quel cane e adesso piange disperata”, sottolinea la cugina, concludendo che si è trattato di “un episodio raccapricciante vorremmo tanto che questa persona venisse rintracciata proprio per prenderci cura del cucciolo”.

Come evidenziato da numerosi studi, individui violenti sugli animali sono pericolosi per la stessa società. Non a caso, l’FBI negli Stati Uniti elevò la categoria di crimine sugli animali a quella di crimini efferati per poter monitorare chi commette violenza sugli animali. A distanza di qualche anno, lo stesso Governo Federale americano ha inasprito la legge, elevando a crimine federale, la violenza sugli animali.

Un altro studio aveva invece confermato il legame tra la violenza sulle donne e il maltrattamento degli animali. Il caso di Palermo conferma per l’ennesima volta queste ricerche.

Per approfondimento–>

Chi è la bestia? Storie di crudeltà verso gli animali: la nascita di killer seriali

Maltrattamento animali: sintomo di gravi patologie nell’individuo che emergono nell’infanzia

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI