Home Cronaca Elefante cieco sfruttato in strade trafficate: l’idea per salvarlo VIDEO

Elefante cieco sfruttato in strade trafficate: l’idea per salvarlo VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:43
CONDIVIDI

Un elefante cieco, sfruttato per anni, è stato costretto ad attraversare le trafficate strade dell’India: degli operatori hanno deciso di aiutarlo.

elefante cieco sfruttato
Elefante cieco sfruttato lungo le pericolose strade trafficate dell’India: la svolta alla sua storia (Foto Pixabay)

Karma, un‘elefantessa che ora ha 46 anni, ha vissuto quasi tutta la sua vita in cattività ed è stata usata per chiedere soldi o trasportare carichi pesanti attraverso le caotiche strade dell’India. E poiché è cieca da entrambi gli occhi, ha dovuto sopportare queste esperienze angoscianti facendo affidamento solo sui suoi proprietari per superare il traffico intenso.

Elefante cieco sfruttato in strade trafficate: lo hanno aiutato a sfuggire da questa situazione di pericolo VIDEO

Elefante cieco salvato
L’elefante cieco salvato dalla schiavitù (Foto @Wildlife Sos)

Finalmente Karma è stata finalmente salvata dagli operatori di Wildlife SOS. All’inizio della clip in fondo all’articolo si può vedere come l’elefantessa ha ottenuto il suo primo assaggio di libertà mentre esce cautamente da un mezzo di trasporto.

Le è stata donata una nuova vita in un santuario degli animali chiamato Elephant Care and Conservation Centre (centro per la cura e conservazione degli elefanti) nell’India settentrionale.

Negli ultimi mesi, Karma è diventata un’elefantessa completamente diversa; è molto più fiduciosa e a suo agio ora che è guidata da guardiani che sono al suo fianco non per sfruttarla, ma per aiutarla. Usano un tronco per guidarla a sentire e annusare la terra di fronte a lei. Presto sarà in grado di muoversi più agevolmente lungo le rive del fiume Yamuna e potrà conoscere gli altri animali che vivono nel santuario.

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI o sulle nostre pagine social su Facebook, Twitter e Instagram