Home Cronaca Firenze: bambina di cinque anni morsa al volto da un cane

Firenze: bambina di cinque anni morsa al volto da un cane

CONDIVIDI
bambina
(Pixabay)

Tragedia sfiorata a Firenze, dove una bambina di cinque anni è stata morsa al volto da un cane mentre ci giocava in un cortile.

Poteva avere conseguenze gravissime la disavventura capitata a una bambina di 5 anni nel cortile di un condominio di via Rocca Tedalda, a Firenze. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di martedì. La bimba è stata morsa al volto da un cane di piccola taglia, mentre ci giocava. Immediati sono scattati i soccorsi e sono giunti sul posto i sanitari del 118 e polizia. La piccola prima è stata messa in sicurezza, quindi è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Meyer del capoluogo toscano.

Potrebbe anche interessarti –> Cani aggressivi: bisogna fare attenzione ai parchi per animali

Come sta la bambina aggredita dal cane a Firenze

Qui è stata medicata e poi dimessa con una prognosi di dieci giorni. Ha riportato ferite al naso e al mento. Ora la proprietaria dell’animale rischia una denuncia per lesioni, in quanto appunto non avrebbe custodito adeguatamente il suo cane. In base alla ricostruzione dei fatti, la bambina si sarebbe avvicinata al cane da dietro, quindi avrebbe provato ad abbracciarlo. A quel punto, il cane ha reagito mordendola al volto.

Quando si è verificata l’aggressione da parte dell’animale alla bimba, oltre alla proprietaria dell’animale, una donna di 60 anni, c’era anche la 30enne mamma della piccola. La giovane donna ha immediatamente lanciato l’allarme, avvisando 118 e polizia. Al momento non è stata sporta ancora nessuna querela, ma qualora ciò avvenisse, la proprietaria dell’animale verrebbe denunciata.

Rapporto tra bambini e cani: alcuni consigli utili

In Italia, il dibattito sulla pericolosità dei cani è riesploso dopo la tragedia di Flero. A settembre dello scorso anno, Victoria, una bambina di un anno venne sbranata da due pitbull a Flero, in provincia di Brescia. La veterinaria Federica Federico, intervenuta sul portale vitadamamma.com, aveva spiegato in quell’occasione che “è importante che i bambini che convivono con i cani sappiano riconoscere gli spazi di pertinenza dell’animale e ne sappiano tutelare la riservatezza”.

La veterinaria ricordava ancora che “i bambini devono approcciare al cane con dolcezza e calma”. Particolarmente importante è che il bimbo non urli troppo, perché l’apparato uditivo del cane è particolarmente sensibile. Poi non si dovrebbe mai sfidare il cane con lo sguardo: “Rispetto a ciò molta attenzione va prestata ai bambini piccolissimi che amano fissare le cose e le persone, se non altro lo fanno per esplorarle”.