Home Cronaca Flora: una vecchiotta che aspetta da 13 anni una persona che la...

Flora: una vecchiotta che aspetta da 13 anni una persona che la ami…

CONDIVIDI

flora

Pare impossibile ed è forse qualcosa d’impensabile, immaginare che un cane possa passare 13 anni della sua vita in un canile. Tra gli infiniti luoghi comuni sui rifugi vi è quello che non si trovino dei cuccioli (clicca qui) da adottare. Eppure, per il caso di Flora, una meticcia di taglia medio grande tutta bianca, anche se è arrivata al canile a due mesi, nessuno si è mai soffermato sui suoi occhi e questo per 13 lunghi anni.

E’ una storia un po’ triste, quella di Flora, condivisa da Quotidiano.net, rinnovando un appello per la sua adozione, nella speranza che qualcuno, dopo così tanti anni, si accorga di lei.

Flora è ospite di un canile di Latina, ma i volontari sono disposti come sempre, a portarla ovunque, affinché possa finalmente avere l’amore di cui ha bisogno.

Ma non solo. La piccola vecchiotta Flora non ha mai conosciuto l’ebrezza di una passeggiata all’aperto e fin da cucciola ha solo conosciuto le quattro tristi mura di cemento di un box, 3 metri per 5, in cui vivono in 4 cani. Ha aspettato invano qualcuno che la liberasse da quelle mura, qualcuno che avrebbe incrociato il suo sguardo. Ha sperato che un’anima gentile potesse capire il suo bisogno d’amore. Ma purtroppo per 13 anni, nessuno è venuto a prenderla.

Come raccontano i volontari subentrati nel 2012 nella gestone del centro in cui è ospite, fino a quel momento Flora non era mai uscita dal box. E così, per la prima volta, qualcuno  la prese al guinzaglio per portarla a spasso: una gioia infinita rara in quanto essendoci centinaia di cani, la piccola Flora può assaporare pochi momenti di libertà due o tre volte al mese.

Lei sperava che finalmente qualcuno l’avrebbe amata e si fosse occupato di lei, concedendogli le carezze che ama… Per dare a Flora il suo sogno di una vita, è stato rinnovato l’appello per la sua adozione: “Facciamo rialzare il suo sguardo, una volta, una sola. Solo una cosa potrà farle alzare ancora gli occhi su di noi, essere portata fuori da quel box di cemento che la imprigiona da 13 anni, che sta diventando la sua tomba, una tomba senza più nessuna luce”.

Chi desidera dare un po’ d’amore a Flora potrà contattare  l’associazione Change for Dogs clicca qui