Home Cronaca Gettato nell’acqua bollente perché aveva rosicchiato un cellulare: Tuffy a distanza di...

Gettato nell’acqua bollente perché aveva rosicchiato un cellulare: Tuffy a distanza di 4 mesi

CONDIVIDI

cane vittima

Lo sguardo di questo cucciolo potrebbe raccontare le sofferenze di tutte le piccole creature che hanno subito dei maltrattamenti e delle crudeltà inimmaginabili. Lo scorso luglio, la storia di Tuffy è rimbalzata sulla cronaca dei quotidiani di tutto il mondo (clicca qui): questo cucciolo di sei settimane aveva tanta voglia di vivere e per gioco aveva rosicchiato il cellulare del suo padrone che non ha avuto pietà versandogli dell’acqua bollente e scaraventando il cane dalla finestra di casa. Il cucciolotto è stato lasciato agonizzante sull’asfalto e sarebbe morto se non avesse incontrato una giovane donna, la designer 30enne Yan Ying Ying che ha notato il cane portandolo immediatamente in una clinica veterinaria di Chengdu, in Cina.

La donna si è poi fatta carico di tutte le spese mediche, ma il veterinario non aveva  abbastanza esperienza per poterlo curare e il cucciolo continuava a soffrire, fino a quando non è stato portato alla riserva di Animals Asia in Cina.

L’animale era così debole che non riusciva ad aprire gli occhi. Gli operatori dell’associazione animalista che opera in Asia per il salvataggio degli orsi vittime dell’industria della bile, hanno fatto il tutto per tutto per aiutare Tuffy  che aveva i gomiti e le ginocchia fuse al corpo per via delle bruciature, le orecchie retratte, non poteva chiudere gli occhi nemmeno per dormire.

“Niente mi aveva preparato alla vista di questa martoriata creatura tremante, avvolta in un asciugamano dentro un trasportino, qui nel nostro ospedale di Chengdu. Un cucciolo nudo con il corpo paonazzo a causa delle ustioni, che guardava il mondo là fuori con la miseria di un animale che non comprende la ragione di tanto dolore”, ha raccontato Jill Robinson, fondatrice e presidente di Animals Asia.

Il piccolo Tuffy aveva così tanta voglia di vivere da aver superato i dolori più terrificanti e dopo alcune settimane, si sono visti finalmente i primi progressi. Dopo mesi di bendaggi, i veterinari hanno praticato un trapianto di pelle. Adesso, nel video condiviso su youtube sugli aggiornamenti della sua salute, si può vedere un altro cucciolo, sempre allegro con tanta voglia di giocare.

Tuffy può camminare mangiare, giocare e dormire quasi normalmente come tutti gli altri suoi simili.

La sua storia si rivela essere un vero miracolo in quanto Tuffy aveva il 60% del corpo ustionato, laddove a 50% difficilmente si sopravvive.