Home Cronaca Giro di vite sulle “botticelle romane”: Comune vieta percorsi sulle strade

Giro di vite sulle “botticelle romane”: Comune vieta percorsi sulle strade

CONDIVIDI
@Getty images

Dopo anni di proteste da parte degli animalisti, incidenti vari e svenimenti dei cavalli, arriva la stretta alle “botticelle romane” ovvero le storiche carrozzelle per le strade della città.

Infatti, secondo le indiscrezioni la nuova giunta capitolina ha approvato una memoria con la limita le botticelle ai parchi e ville storiche “per garantire la sicurezza del servizio, tutelare il benessere dei cavalli ed evitare problemi alla viabilità della Capitale”.

Ovviamente, la decisione non è stata accolta favorevolmente dai vetturini che non sono mai stati invitati ad un confronto in Campidoglio e per questo hanno minacciato di ricorrere al Tar.

Tuttavia, l’amministrazione ha tenuto a sottolineare di aver mantenuto fede alle promesse elettorali e di essere determinata ad avviare “l’iter per eliminare dalle strade le cosiddette botticelle per spostarle nei parchi e nelle ville della città, ambienti più salubri per gli animali e più sicuri per le persone”.

L’assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanariche ha tenuto a rassicurare che “nessun vetturino perderà il lavoro, i titolari delle licenze avranno infatti la possibilità di trasformare l’attuale autorizzazione in licenze taxi”.

L’obiettivo mira alla “dismissione delle botticelle a trazione animale per sostituirle con biobotticelle elettriche, mezzi più moderni che mantengono comunque un alto valore turistico e culturale”, ha poi aggiunto l’assessore.

“Vogliono far contenti gli animalisti che portano voti ma noi in parchi e ville storiche non abbiamo intenzione di andare. Ci rivolgeremo al Tar, se necessario”, ha dichiarato un portavoce dei vetturini, pronti a dare battaglia e a mantenere il loro ruolo e la tradizione romana.