Home Cronaca Icko: uno yorkshire torturato e abbandonato per tre volte

Icko: uno yorkshire torturato e abbandonato per tre volte

CONDIVIDI

Torturato e mutilato perché troppo vivace. La storia di uno yorkshire di nome Icko è rimbalzata, la scorsa estate, sulle pagine di cronaca dei quotidiani e siti francesi. Il cane era stato regalato ad una bambina ma si era rivelato troppo vivace per cui venne ceduto ad un altro proprietario che a sua volta se ne liberò affidandolo ad una terza persona che, per contenere l’animale, aveva rinchiuso Icko sul balcone, legandogli il muso con un nastro di plastica per evitare che abbaiasse.

Il povero animale aveva un carattere irruente e abbaiava molto, tipico della razza. Nonostante le condizioni di maltrattamento, il piccolo Icko ha però avuto il coraggio di scappare da quella prigionia fino a quando non è stato recuperato dagli operatori del canile di Marsiglia: “Si è fatto prendere facilmente, perché è un cane docile e gentile”, racconta l’attuale proprietaria.

Trasferito d’urgenza al canile di Marsiglia, il piccolo yorkshire era in condizioni disperate, aveva il muso totalmente deformato. I lacci di plastica avevano bloccato la circolazione del sangue e iniziato a creare delle ferite sul muso che erano arrivate fino alle gengive.

Per i veterinari, inizialmente era difficile pensare di poterlo salvare in quelle condizioni, ma poi considerando quel bel carattere, hanno tentato il tutto per tutto per lui. Nel giro di poche settimane dal primo intervento il cane aveva superato la fase critica e stava lentamente recuperando. Per potere proseguire la terapia e il trattamento, il canile aveva diffuso un annuncio sui social per uno stallo temporaneo. L’annuncio era stato visualizzato da 1,5 milioni di persone, tra le quali una donna di nome Isabella che aveva già adottato diversi cani abbandonati: “Quando ho visto la fotografia di quel cagnolino con il muso mutilato, ho preso il telefono per chiamare il canile. Ho dovuto rifare il numero una trentina di volte prima che qualcuno mi rispondesse. Alla fine ce l’ho fatta e il canile ha consentito a che adottassi Icko”, racconta  la donna che ha creato una pagina Facebook di Icko dove pubblica aggiornamenti sui suoi progressi!
Adesso Icko è di nuovo felice e ha trovato finalmente l’amore che meritava!