Home Cronaca Inquilina si trasferisce e rinchiude il cane nel vecchio appartamento

Inquilina si trasferisce e rinchiude il cane nel vecchio appartamento

CONDIVIDI

Un increscioso episodio è avvenuto a Pisa. In un appartamento è stato infatti ritrovato un cane, abbandonato in maniera deliberata dalla inquilina che nel frattempo si è trasferita altrove. L’immobile fa parte di una serie di alloggi popolari, e della vecchia padrona non è rimasta alcuna traccia. Si sa solo che è andata ad abitare fuori provincia.A recuperare il povero animale è stata la polizia municipale di Pisa, che lo ha subito dato in cura al canile comunale. E l’intervento degli agenti è risultato essere quantomeno provvidenziale, dal momento che al cane è stata riscontrata una situazione di denutrizione molto avanzata ed era circondato del tutto dai suoi stessi escrementi.

A far partire il tutto sono state le segnalazioni di alcuni vicini di casa, che da alcuni giorni avevano cominciato ad avvertire un forte, sgradevole odore. Le forze dell’ordine hanno subito notato dall’esterno che dentro alla casa si trovava l’animale. Dalla porta dell’appartamento fuoriusciva poi un liquido maleodorante. L’ingresso all’interno è stato possibile grazie all’ausilio dei Vigili del Fuoco, chiamati dalla stessa Municipale. Quest’ultima procederà adesso ad ulteriori accertamenti allo scopo di rintracciare la donna che ha abbandonato quel povero animale, comportandosi in maniera così crudele.

Cani abbandonati e non solo, la cosa purtroppo è frequente

Una situazione simile, ma che ha visto coinvolti quattro cuccioli e due cani adulti, si è verificata sempre nei giorni scorsi a Milano. In zona Corvetto la Polizia locale ha scoperto i cagnolini abbandonati assieme ai loro genitori, un Pastore Australiano ed una Bovaro del Bernese. L’appartamento in cui erano tenuti prigionieri anche in questa circostanza presentava condizioni di fatiscenza avanzate, con odori nauseanti ed escrementi ovunque. Sembra che la casa fosse occupata da alcuni studenti, che però non si curavano affatto di accudire gli animali.

A pensare alla famiglia di quattrozampe è stato il canile municipale, che li ha rifocillati e vaccinati. Ora sono stati posti in adozione. In un appartamento di Parigi invece una anziana con problemi psichici deteneva nelle peggiori condizioni possibili addirittura 130 gatti. Molti di loro sono stati ritrovati morti, tutti gli altri versavano invece in condizioni igieniche e di salute più che precarie.

A.P.